Gare

DH Garmisch, Suter insuperabile, Nadia ancora a un soffio dal podio

DH Garmisch, Suter insuperabile, Nadia ancora a un soffio dal podio.
Possiamo stare tranquilli, perché sciando così prima o poi il podio arriverà. Nadia Delago nella discesa di Garmisch vinta a mani basse da Corinne Suter, lo ha sfiorato per l’ennesima volta, fermandosi al quinto posto a 7 centesimi dal terzo posto di Cormelia Huetter.

Non si tratta di sfortuna, perché senza un errore grossolano commesso nella Porta dell’inferno, la Höllentor, probabilmente avrebbe chiuso anche davanti a Jasmine Flury, seconda a 51 centesimi dalla vittoriosa compagna di squadra.

Era in linea con le prime posizioni anche la sorella Nicol che nella Fis-Schneise si p sdraiata oltre misura fino a uscire dalla linea e a saltare la porta. Per fortuna la dinamica della caduta si è risolta senza conseguenze.

A parte Nadia e Kira Weidle, quarta 3 centesimi meglio dell’Azzurra, abbiamo assistito a una sfida tra Austria e Svizzera con Reisinger e Raedler a occupare la sesta e settima piazza, e ancora la rossocrociata Johana Haelen ottava.

Nessun acuto da parte delle altre nostre velociste. Elena Curtoni ha sciato in maniera ineccepibile dal punto di vista dello stile, ma con lo spigolo troppo attaccato alla neve a limitare la velocità: 16esima a +1″60.

Federica Brignone non ha avuto speranze fin da subito perché dove c’era da creare velocità nel lungo primo tratto senza pendenze, ha preso troppo ritardo, uno dei peggiori tempi ai 36 secondi di gara.

Poi ha pennellato nel tecnico ma sempre ad andature blande rispetto alle altre. 1″71 il suo ritardo. Domani in superG avrà sicuramente più chance, anche se la zona della partenza è sul piatto.

26eimo tempo per Francesca Marsaglia che non è riuscita a fare la differenza nel tratto tecnico. ha concluso 26esima. primi punti in discesa per karolina Pichler che è 28esima con un gap di  +2″93.

Roberta Melesi, come Fede, ha perso tanto nel primo tratto di scorrevolezza, (9 decimi) salito poi a e +1″71 nella zona centrale. Con un ritardo di linea ha perduto velocità e il suo ritardo è lievitato tantissimo: +3″96.

In pista anche Ramona Siebenhofer che ha deciso un po’ all’ultimo di partecipare, come tante altre (solo 41 le atlete partite).

Essendosi accorta di essere seconda in classifica di specialità dietro a Goggia, infortunata, ci ha fatto un pensierino, ma ha raccolto poco: 17esima, la peggiore della squadra, tranne Sabrina Maier che è uscita.

Suter invece fa un bel balzo in avanti e ora è seconda con 331 punti, contro i 400 di Sofia, mentre Siebenhofer è terza con 278 punti. Nadia Delago è sesta assieme a Weidle con 218 punti. DH Garmisch Suter Insuperabile

CLASSIFICA

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment