Gare

DH Lake Louise: Svindal rovina il sogno di Fill

Una vittoria azzurra è sempre tra le prime richieste dei sogni, ma pensare che Peter Fill potesse vincere oggi non era così scontato. Eppure ci abbiamo sperato fino all’ultimo. Anzi fino alla discesa di Axel Lund Svindal, perché mancava solo lui. E il grande norvegese, che è decisamente tornato dopo l’anno passato col tendine d’achille sfilacciato, ha fatto vedere a tutti che il leader è tornato! In verità è sempre stato dietro a Peter, ma nell’ultimo tratto i suoi sci sono stati più veloci. Peccato per Fill che come atleta si meriterebbe una vittoria per rimpinguare il suo bottino di Coppa, dove brilla la vittoria conseguita proprio qui, a Lake Louise, nel 2008. Poi altri 4 secondi posti e 6 terzi. Classe 82 di Bressanone, Peter ha disegnato linee perfette senza commettere il minimo errore. E’ sceso col pettorale numero 2, quindi senza riferimenti e li ha messi dietro tutti fino, appunto, alla prova maiuscola di Svindal. Al terzo posto si è classificato l’americano Travis Ganong, che ha preceduto il francese Fayed, l’elvetico Carlo Janka e l’austriaco Max Franz. Bravo Dominik Paris a piazzarsi in settima posizione, davanti a Matthias Mayer, mentre Jansrud, favorito della vigilia, si è perduto sulla pista, forse alla ricerca esasperata di linee improbabili. Bastava si fidasse dei suoi Hed, che anche in prova avevano dimostrato di essere di gran lunga i più veloci. Sorriso a metà per Innerhofer, sempre tra gli ultimi in prova, che ha concluso nei 15 senza mal di schiena.
Per Svindal si tratta della decima discesa libera vinta, per un totale di 27 successi e 59 podi
La gara è stata interrotta in seguito alla grave caduta dell’austriaco Markus Duerager che ha arrestato la sua corsa sul finale, nelle reti.
GLI ALTRI ITALIANI
Non hanno brillato le seconde linee della velocità azzurra. Werner Heel ha concluso al 37esimo posto, mentre Siegmar Klotz è finito il 43esima a +2″92 da Svindal. 45esima piazza per Mattia Casse, due posizioni meglio di Silvano Varettoni

Classifica

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 20 SVINDAL Aksel Lund

NOR

1:47.29
2 4 FILL Peter

ITA

1:47.30 +0.01
3 11 GANONG Travis

USA

1:47.65 +0.36
4 18 FAYED Guillermo

FRA

1:47.82 +0.53
5 9 JANKA Carlo

SUI

1:47.86 +0.57
6 15 FRANZ Max

AUT

1:47.91 +0.62
7 19 PARIS Dominik

ITA

1:47.97 +0.68
8 22 MAYER Matthias

AUT

1:47.99 +0.70
9 17 JANSRUD Kjetil

NOR

1:48.06 +0.77
10 10 GUAY Erik

CAN

1:48.13 +0.84
11 12 THEAUX Adrien

FRA

1:48.15 +0.86
12 7 INNERHOFER Christof

ITA

1:48.29 +1.00
13 2 CLAREY Johan

FRA

1:48.42 +1.13
14 6 KROELL Klaus

AUT

1:48.46 +1.17
15 16 KUENG Patrick

SUI

1:48.60 +1.31
15 14 NYMAN Steven

USA

1:48.60 +1.31
17 21 REICHELT Hannes

AUT

1:48.72 +1.43
18 8 BAUMANN Romed

AUT

1:48.91 +1.62
19 33 SCHWEIGER Patrick

AUT

1:49.09 +1.80
20 1 THOMSEN Benjamin

CAN

1:49.13 +1.84
21 13 STREITBERGER Georg

AUT

1:49.25 +1.96
22 43 DRESSEN Thomas

GER

1:49.30 +2.01
23 38 KLINE Bostjan

SLO

1:49.34 +2.05
23 35 WEIBRECHT Andrew

USA

1:49.34 +2.05
25 26 FERSTL Josef

GER

1:49.35 +2.06
26 23 POISSON David

FRA

1:49.40 +2.11
27 25 STRIEDINGER Otmar

AUT

1:49.43 +2.14
28 51 MUZATON Maxence

FRA

1:49.47 +2.18
29 30 KRIECHMAYR Vincent

AUT

1:49.51 +2.22
29 28 OSBORNE-PARADIS Manuel

CAN

1:49.51 +2.22
31 42 GISIN Marc

SUI

1:49.55 +2.26
32 40 GIEZENDANNER Blaise

FRA

1:49.56 +2.27
33 39 SANDER Andreas

GER

1:49.62 +2.33
34 36 GIRAUD MOINE Valentin

FRA

1:49.64 +2.35
35 32 WERRY Tyler

CAN

1:49.69 +2.40
36 31 SPORN Andrej

SLO

1:49.78 +2.49
37 3 HEEL Werner

ITA

1:49.83 +2.54
38 48 HINTERMANN Niels

SUI

1:49.84 +2.55
39 41 MAYRPETER Thomas

AUT

1:49.97 +2.68
39 24 SULLIVAN Marco

USA

1:49.97 +2.68
41 50 BRANDNER Klaus

GER

1:49.98 +2.69
42 37 KOSI Klemen

SLO

1:50.15 +2.86
43 45 KLOTZ Siegmar

ITA

1:50.21 +2.92
44 47 ZRNCIC DIM Natko

CRO

1:50.25 +2.96
45 49 CASSE Mattia

ITA

1:50.55 +3.26
46 52 MAPLE Wiley

USA

1:50.61 +3.32
47 29 VARETTONI Silvano

ITA

1:50.94 +3.65
48 46 ROMAR Andreas

FIN

1:50.95 +3.66
49 53 MANI Nils

SUI

1:51.25 +3.96
50 44 FRISCH Jeffrey

CAN

1:51.44 +4.15
27 VILETTA Sandro

SUI

DNS
34 DUERAGER Markus

AUT

DNF
5 BANK Ondrej

CZE

DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment