Gare

Discesa Kitzbühel, Domme ritorna sul podio assieme a Feuz e Mayer

Nella discesa di Kitzbühel non possono che prevalere grandi campioni e infatti il nostro Domme ritorna sul podio assieme ad altri due big assoluti, Beat Feuz e Matthias Mayer.

Dominik non è stato impeccabile specie nella seconda parte dove la neve si è man mano ammorbidita fino a segnarsi parecchio per colpa del caldo. Ma nella prima terribile zona della Streif è stato magistrale. Poi ha proseguito la sua gara spingendo al limite, segno che non ci sono più fantasmi o patemi nella sua testa.

Domme è arrivato a perder anche 7 decimi nella zona centrale, poi qualcosa ha rosicchiato a Beat Feuz, oggi davvero incredibilmente veloce. Il miglior Beat visto quest’anno al di là della vittoria stra meritata.

Se l’è giocata fino all’ultimo anche Matthias Mayer che è rimasto sempre sulla linea del campione svizzero, ma anche lui dopo la stradina ha accumulato qualche decimo di ritardo fino a tagliare il traguardo con soli 16 centesimi dal miglior tempo.

Domme ha pagato 56/100 il che gli ha garantito la terza piazza senza troppi patemi, considerando che Johan Clarey si trova al quarto posto ma con un +89/100, sei in meno del tedesco Andreas Sander.

Deludente uno dei favoriti, l’austriaco Vincent Kriechmayr che ha sciato male proprio nei passaggi che avrebbero dovuto favorirlo. Invece con +1″62 è lontanissimo dai migliori. E tra i delusi ci mettiamo anche Kjetil Jansrud.

La gara ha subito due lunghe pause per altrettante cadute, di quelle che tolgono il fiato. Ryan Cochran Siegle, come un siluro, ha sfondato reti A e reti B. È salito su un elicottero per fortuna con le sue gambe, toccandosi la spalla. L’elvetico Urs Kryenbuehl si è invece schiantato sul traguardo, sull’ultimo lunghissimo salto. Attimi di paura ma possiamo quantomeno essere certi che non ha perso conoscenza. L’elicottero ha portato via anche lui. È la dura legge della Streif.

Nessun altro ha saputo cambiare la classifica dopo una ulteriore pausa di mezz’ora a causa del vento. Matteo Marsaglia ha concluso con un ritardo di 2″63, Christof Innerhofer di 3″04. La gara dopo i primi 30 è stata fermata ma ritenuta valida.

Discesa Kitzbühel Domme ritorna

LA CLASSIFICA

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.