Gare

Domani a Chiesa Valmalenco scattano i Mondiali Junior di Snowboard

Domani a Chiesa Valmalenco scattano i Mondiali Junior di Snowboard.
Conclusa la prima parte dell’inteso programma dei campionati del mondo Juniores di Freestyle chiusa ieri con il Dual Moguls, la Valmalenco è pronta con i Mondiali Junior di Snowboard.

Il programma delle gare che si svilupperà in questa ultima settimana vedrà l’assegnazione del primo titolo domani 31 marzo (Snowboard PGS), mentre l’ultima medaglia sarà consegnata il 2 aprile (Snowboard Parallel Team).

17 Nazioni iscritte si contenderanno i podi previsti, con un dato numerico importante che, oltre a confermare la Valmalenco e la sua Ski-Area quale meta di riferimento per le competizioni internazionali e per i ritiri tecnici, ribadisce il rilevante apporto del turismo sportivo nel corso della stagione invernale, un apporto che sicuramente la vedrà da protagonista anche nei prossimi anni come tappa di avvicinamento alle Olimpiadi di Milano Cortina 2026.

Otto i convocati Azzurri. Per le gare femminili Elisa Fava, Sofia Valle, Sophie Rabanser e Fabiana Fachin. Per quelle maschili, Fabian Lantschner, Elias Zimmerhofer, Mike Santuari e Tommaso Da Col

Nelle ultime settimane è stato molto articolato il lavoro della Società impianti per la preparazione delle strutture e delle piste che sono e saranno adibite alle gare; ma i risultati sono sempre stati al massimo livello, degni della stima e la reputazione conquistata in questi ultimi anni dalla Valmalenco presso i Team di queste discipline.

“Fin dal 2008 la nostra società ha creduto in queste specialità, e l’impegno dimostrato da tutti gli uomini  per accogliere al meglio gli atleti nell’ultimo decennio ne è la dimostrazione – ha commentato l’Avvocato Franco Vismara – amministratore delegato della Valmalenco Ski Resort e Presidente del Comitato organizzatore.

Questo evento si inserisce perfettamente nella strategia progettuale in definizione con l’ausilio del territorio e del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco che la vedrà coinvolta nei prossimi anni. Siamo sicuri che il successo di tutto ciò potrà essere garantito anche dalla presenza del pubblico e del privato come è successo quest’anno con il sodalizio di Creval – Gruppo Crédit Agricole Italia, che grazie alla sua presenza ha contributo ad aumentare “l’engagement” della manifestazione.

Un serie di dati numerici importanti che, oltre a confermare la Valmalenco e la sua Ski-Area quale meta di riferimento per le competizioni internazionali e per i ritiri tecnici, ribadisce il rilevante apporto del turismo sportivo nel corso della stagione invernale.

Da sempre ci impegniamo a mantenere e coltivare il sodalizio sport e turismo: si tratta, infatti, di un ambito con il quale condividiamo molti aspetti afferma Roberto Pinna, direttore del Consorzio Turistico. E sicuramente il prossimo quadriennio si avranno occasioni uniche per promuovere l’accoglienza, la condivisione e lo scambio di esperienza nei target territoriali di riferimento. Un progetto come accennato in precedenza, che sicuramente genererà importanti “plus” sull’immagine della destinazione e del suo territorio. Domani a Chiesa Valmalenco scattano

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment