Gare

Domani il mitico gigante di Adelboden, De Aliprandini carico!

Domani il mitico gigante di Adelboden, De Aliprandini carico!
Sabato sarà la giornata della grande classica del gigante maschile sulla Chuenisbaergli di Adelboden. Alle 10.30 il via alla prima manche, alle 13.30 si disputerà la seconda.
In pista per l’Italia: Luca de Aliprandini, dopo il podio ottenuto in Alta Badia, Simon Maurberger, Riccardo Tonetti, Filippo Della Vite, Giovanni Franzoni, Alex Hofer, Giovanni Borsotti e Alex Vinatzer.

Ecco le parole di Luca De Aliprandini prima della gara:

“Abbiamo fatto un buon allenamento a Pontedilegno, con condizioni molto buone e pista ben preparata e impegnativa. Abbiamo provato anche in condizioni un po’ più calde, con nevischio, come potrà essere così domani qui, visto che danno un po’ di neve.

Oggi relax. Abbiamo fatto due curve in campo libero, perché la sciata in pista è stata cancellata. Credo che comunque la pista sarà ben preparata, come sempre fanno da queste parti.

La stagione finora è andata molto bene, sono fra i primi sette della starting list: non c’è nessuno stress e nessun pensiero particolare.

Voglio continuare ad essere fra i primi cinque e potermi giocare il podio. Finché riesco a rimanere lì davanti tutto è possibile.

Adelboden mi piace molto, con gli anni, mi piace sempre di più: posso dire che si tratta della mia pista preferita. Ho voglia di gareggiare qui domani e sono sicuro che sarà una bella gara. Vedremo come andrà a finire”.

Il miglior risultato ottenuto ad Adelboden da Luca è il quarto posto conquistato nel 2018 nella gara vinta da Hirscher. L’anno scorso fu invece sesto risalendo dalla decima posizione ottenuta a metà gara. Il più grande rammarico è datato 2020, quando Luca chiuse la prima in testa davanti a Giovanni Borsotti in una manche con scarti ridottissimi: il decimo, Kristoffersen, perdeva soltanto 45/100. Messo probabilmente troppo sotto pressione, uscì nella seconda a 30 secondi dal traguardo! Crollò anche Giovanni che concluse 14esimo. Domani il mitico gigante di

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.