Gare

Domani lo slalom femminile a Schladming. Torna Tschurtschenthaler, Della Mea ancora out

Domani lo slalom femminile a Schladming. Torna Tschurtschenthaler, Della Mea ancora out.
Sono quattro le azzurre convocate dal direttore sportivo Max Rinaldi per lo slalom femminile di Schladming in programma martedì 11 gennaio (prima manche ore 18.00, seconda alle 20.45 con diretta televisiva su Raisport ed Eurosport), sesta prova stagionale della specialità.

Si tratta di Marta Rossetti, Sophie Mathiou, Anita Gulli e Vera Tschurtschenthaler. Niente da fare, invece per Lara Della Mea che non può ancora raggiungere le compagne di squadra. Risulta iscritta col numero 32, ma l’atleta ha già comunicato che non potrà essere in partenza.

Prima a partire sarà Petra Vlhova (come a Killington e a Zagabria) seguita subito da Mikaela Shiffrin. Poi Dürr, Gisin, Holdener, Liensberger e Swenn-Larsson.

Prima Azzurra, dunque, Marta Rossetti col 33, poi Sophie Mathiou col 47, Vera Tschurtschenthaler col 48 e Anita Gulli col 53.

La località austriaca, celebre sede della Night Race maschile che si disputerà martedì 25 gennaio, ha preso il posto della rinunciataria Flachau, città natale di Hermann Maier, a causa di un focolaio covid scoppiato nella cittadina settimana scorsa.

Si tratta del sesto slalom di stagione e Petra Vlhova potrebbe già aggiudicarsi la coppa di specialità. Con quattro vittorie e un secondo posto e 240 punti di vantaggio su Mikaela Shiffrin ce l’ha già in tasca.

Dopo i Giochi di Pechino, infatti, rimarranno soltanto gli appuntamenti di Aare e quello delle finali di Courchevel/Meribel. La matematica tiene ancora in corsa anche Wendy Holdener, attualmente terza con 321 punti, contro i 340 di Miki e i 580 di Petra.

È la seconda volta nella storia della cCoppa del Mondo che il circuito femminile approda a Schladming.

Nel 2012 nella gara delle finali di metà marzo fu Michaela Kirchgasser ad imporsi su Veronika Zuzulova e Marlies Schild, Irene Curtoni fu undicesima, mentre Manuela Moelgg uscì nella prima manche. Lo slalom, dei Mondiali di Schladming dell’anno successivo, si disputò invece, sulla pista laterale alla Planai tranne l’ultimo pezzettino per rientrare nel traguardo che valeva per tutte le altre discipline. per la corna l’oro andò a Mikaela Shiffrin.  Domani lo slalom femminile

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.