Gare

Dominik Paris: “A casa a mani vuote, ma ci ho provato!”

E’ possibile per un discesista perdere la combinata proprio nella “sua ” specialità? La risposta ce l’ha data Dominik Paris al termine della doppia gara di oggi. “Purtroppo ho lasciato in discesa i decimi che mi sono mancati nello slalom, è lì che dobbiamo fare la differenza. Per noi discesisti è fondamentale fare la differenza nella nostra specialità, perchè non sappiamo come può andare nel pomeriggio, dove siamo soggetti a possibili errori. Nella prima parte dello slalom mi sono difeso bene, purtroppo dall’ultimo intermedio in giù c’erano troppe tracce ed era quasi impossibile andare avanti. E’ stato un Mondiale comunque bello, torno a casa senza medaglie ma ci ho provato ugualmente“.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment