Gare

Dominik Paris: “Sulla Stelvio se non rischi tutto non vinci”

 

DPoche parole ma buone: è così Dominik Paris, non ci si aspetti la spigliatezza e l’esternazione entusiastica, quando capita, di Christof Innerhofer. Il nostro Gigante buono al traguardo: “Felice per la vittoria su una dei tracciati che preferisco: sulla Stelvio bisogna sempre spingere e prendersi dei rischi. Condizioni della pista buone, sono contento di quello che ho fatto. 4 centesimi su Svindal sono pochi, ma sono tantissimi in termini di risultato. Battere i norvegesi è sempre difficile perché sono veloci e continuano a crescere.Nell’ultima parte della pista ho fatto la differenza. La neve era diversa dalle prove, peccato per la prova dei miei compagni. Domani mi divertirò nello slalom. Olimpiadi? Manca ancora molto, spero di confermare questo stato di forma“.

Piuttosto deluso Peter Fill ma…: “Sicuramente non sono soddisfatto della gara, mi aspettavo qualcosa di più dopo le prove. Non so spiegarmi il ritardo perché non ho sciato male. Le condizioni della neve sono cambiate e non sono riuscito ad adattarmi. Finalmente è arrivata una vittoria per l’Italia, ce la meritiamo e ci darà una spinta per continuare così”.