Gare

E’ ancora festa azzurra: Elena Curtoni sul podio!

Le gare sono gare, ma è abbastanza strano che le migliori si siano rivelate di serie C e le pur brave atlete, ma non ancora da vittoria. Sembra strano che Cornelia Huetter prenda oltre 2 secondi, concludendo al penultimo posto, senza commettere errori clamorosi, dalla compagna di squadra Puchner vincitrice della gara. La visibilità è stata sempre pessima, ma evidentemente è peggiorata nel corso dello svolgimento della gara. Stessa sorte per Lara Gut, che ha chiuso a +1″20 dall’austriaca. Tra le leader, si è salvata soltanto Fabienne Suter, che si è accomodata in seconda posizione sia della gara che della classifica di Coppa di specialità, superando, appunto, Huettere e Yurkiw. Tutto sommato questa situazione ci ha agevolato, perché sul terzo gradino del podio è salita l’azzurra Elena Curtoni, miglior risultato della sua carriera e battesimo sul podio.
Su sette azzurre, cinque delle quali al traguardo, (out per Marsaglia e spaventosa caduta senza conseguenze per Dada), la migliore si è rivelata dunque Elena, sempre all’attacco nonostanre il risentimento al quadricipide che la danneggia già da un bel po’ di tempo. Il ritardo è stato rimediato nella prima zona di pur scorrevolezza, ma sul tecnico è stata proprio brava, al punto da chiudere a 17/100 dalla Puchner e a soli 4 dalla Suter. Quindi Johanna Schnarf, splendida quinta, che ha perso soprattutto nella parte centrale. Verena Stuffer le è appena dietro, al sesto posto: già aveva trovato un ottimo feeling in prova. Un pizzico di delusione per Nadia Fanchini sulla quale ci attendevamo, in base alle prove, una prova di maggior pregio. Ha fastto invece segnare uno dei peggiori tempi. Crediamo non sia riuscita a esprimere la sua sciata a causa della cattiva visibilità, condizione che in maniera incoscio, non ti fa premere sull’acceleratore e ti rende atleta mediocre. Elena Fanchini ha avuto la sfortuna di partire per ultima quando la visibilità era finita!

Va bene prenderle nel tratto di pura scorrevolezza, ma il maggior ritardo lo ha rimediato nella zona tecnica. Che spavento invece, per Dada Merighetti: salto, preṡentatarm, e la testa che sbate sulla neve, con il corpo sdraiato sulle code degli sci. Davvero un volo spaventoso, termnato contro le reti. Dopo attimi di vera preoccupazione, si è alzata con un’espressione alla Dada: “Ecco, dovevo finire col botto”, in chiaro riferimento alla decisione di abbandonare le gare. Meno male, comunque, pare solo una botta, ma nessun evidente problema fisico. Almeno, così sembra dopo averla vista al traguardo.
LE DELUSE

Tra le favorite, ha deluso l’elvetica Corinne Suter, brava nel primo tratto di maggior scorrevolezza, ma troppo pasticcione sul tecnico, colpito da una visibilità ridotta ai minimi termini da nebbia e buio. Più o meno lo stesso risultato ottenuto da Tina Weirather che non ha commesso errori evidenti, ma ha tirato il freno sulle traiettorie più complicate. Quindi Larisa Yurkiw, davvero irriconoscibile in pisa oggi, anche perché lottava per un onorevole secondo posto nella generale di specialità che era già stata vinta con largo anticipo da Lindsey Vonn. Smorfia anche per la tedesca Viktoria Rebensburg che non riesce a correggere una linea presa male e non conclude nemmeno la gara.

IL SORRISO
Vonn_SferadicristalloSorriso splendido invece per Lindsey Vonn che ha ragiunto Sankt Moritz per ricevere la coppa di specialità, vinta con anticipo, prima del suo ritiro

 

Classdifica di Coppa di Discesa

RANK BIB NAME NAT LAST RACE CURRENT PR DIFF
1 VONN Lindsey

USA

580 580 0
2 18 SUTER Fabienne

SUI

383 80 463 2 -117
3 16 YURKIW Larisa

CAN

407 407 1 -173
4 22 GUT Lara

SUI

374 20 394 1 -186
5 21 HUETTER Cornelia

AUT

387 387 2 -193
6 20 FANCHINI Nadia

ITA

300 300 0 -280
7 19 REBENSBURG Viktoria

GER

264 0 264 0 -316
8 15 WEIRATHER Tina

LIE

208 36 244 0 -336
9 14 SUTER Corinne

SUI

208 32 240 1 -340
10 17 ROSS Laurenne

USA

208 16 224 2 -356
11 8 KLING Kajsa

SWE

189 29 218 0 -362
12 4 PUCHNER Mirjam

AUT

110 100 210 6 -370
13 11 GOERGL Elisabeth

AUT

159 50 209 1 -371
14 13 MIKLOS Edit

HUN

189 18 207 3 -373
15 12 COOK Stacey

USA

165 24 189 2 -391
16 9 CURTONI Elena

ITA

128 60 188 1 -392
17 10 SCHNARF Johanna

ITA

115 45 160 1 -420
18 7 BAILET Margot

FRA

101 26 127 4 -453
18 6 SIEBENHOFER Ramona

AUT

103 24 127 2 -453
20 5 STUFFER Verena

ITA

86 40 126 5 -454
21 SCHMIDHOFER Nicole

AUT

113 113 4 -467
22 3 MERIGHETTI Daniela

ITA

105 0 105 3 -475
23 1 MARSAGLIA Francesca

ITA

102 0 102 2 -478
24 23 FANCHINI Elena

ITA

98 98 1 -482
25 2 STUHEC Ilka

SLO

96 96 1 -484
26 MCKENNIS Alice

USA

83 83 0 -497
27 TIPPLER Tamara

AUT

76 76 0 -504
28 HAEHLEN Joana

SUI

51 51 0 -529
28 WILES Jacqueline

USA

51 51 0 -529
30 VENIER Stephanie

AUT

49 49 0 -531
31 MOWINCKEL Ragnhild

NOR

34 34 0 -546
32 GOGGIA Sofia

ITA

28 28 0 -552
33 FEIERABEND Denise

SUI

25 25 0 -555
34 MAIER Sabrina

AUT

20 20 0 -560
35 WORLEY Tessa

FRA

19 19 0 -561
36 PIOT Jennifer

FRA

18 18 0 -562
37 LEDECKA Ester

CZE

15 15 0 -565
38 SEJERSTED Lotte Smiseth

NOR

13 13 0 -567
38 FERK Marusa

SLO

13 13 0 -567
40 BRODNIK Vanja

SLO

12 12 0 -568
41 COLETTI Alexandra

MON

11 11 0 -569
41 NUFER Priska

SUI

11 11 0 -569
43 BRIGNONE Federica

ITA

9 9 0 -571
44 KUENG Mirena

SUI

8 8 0 -572
45 MOSER Stefanie

AUT

7 7 0 -573
45 KRIZOVA Klara

CZE

7 7 0 -573
45 BESSY Anouk

FRA

7 7 0 -573
48 DORSCH Patrizia

GER

6 6 0 -574
49 BASSINO Marta

ITA

5 5 0 -575
50 JOHNSON Breezy

USA

3 3 0 -577
51 MIRADOLI Romane

FRA

2 2 0 -578
51 LARROUY Noemie

FRA

2 2 0 -578
53 DELAGO Nicol

ITA

1 1 0 -579

 

Classifrica di gara

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 4 PUCHNER Mirjam

AUT

1:40.93
2 18 SUTER Fabienne

SUI

1:41.06 +0.13
3 9 CURTONI Elena

ITA

1:41.10 +0.17
4 11 GOERGL Elisabeth

AUT

1:41.38 +0.45
5 10 SCHNARF Johanna

ITA

1:41.47 +0.54
6 5 STUFFER Verena

ITA

1:41.48 +0.55
7 15 WEIRATHER Tina

LIE

1:41.61 +0.68
8 14 SUTER Corinne

SUI

1:41.63 +0.70
9 8 KLING Kajsa

SWE

1:41.80 +0.87
10 7 BAILET Margot

FRA

1:42.07 +1.14
11 12 COOK Stacey

USA

1:42.11 +1.18
11 6 SIEBENHOFER Ramona

AUT

1:42.11 +1.18
13 22 GUT Lara

SUI

1:42.13 +1.20
14 13 MIKLOS Edit

HUN

1:42.21 +1.28
15 17 ROSS Laurenne

USA

1:42.22 +1.29
16 2 STUHEC Ilka

SLO

1:42.30 +1.37
17 16 YURKIW Larisa

CAN

1:42.47 +1.54
18 20 FANCHINI Nadia

ITA

1:42.63 +1.70
19 21 HUETTER Cornelia

AUT

1:42.97 +2.04
20 24 KIRCHGASSER Michaela

AUT

1:43.20 +2.27
21 23 FANCHINI Elena

ITA

1:43.56 +2.63
19 REBENSBURG Viktoria

GER

DNF
3 MERIGHETTI Daniela

ITA

DNF
1 MARSAGLIA Francesca

ITA

DNF

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment