Gare

Eydallin e Magnini partenza col botto al Millet Tour du Rutor Extrême

Eydallin e Magnini partenza col botto al Millet Tour du Rutor Extrême.
Successo di Matteo Eydallin e Davide Magnini nella prima delle tre tappe del Millet Tour du Rutor Extrême, sulle montagne valdostane di Arvier, La Thuile e Valgrisenche, classico appuntamento valido anche come Mondiale lunghe distanze. Il padrone di casa valdostano e il trentino, squadra dell’ultima ora a causa dell’assenza di Boscacci, si sono presentati al traguardo dopo avere terminato il percorso da La Thuile – Les Suches fino a punta Millet con un vantaggio di soli 3″ sui francesi William Bon Mardion e Xavier Gachet.
Terzo posto per l’altra coppia transalpina formata da Samuel Equy e Matheo Jaccquemod a 7”. Quarti Robert Antonioli e Nadir Maguet con 4’09” di ritardo, mentre hanno chiuso la top ten Alex Oberbacher e Henri Aymonod noni, con Filippo Beccari e Martin Stofner decimi.

In campo femminile dominio di giornata per le francesi Axelle Mollaret ed Emily Harrop, le quali hanno preceduto di 3’54” le azzurre Alba De Silvestro e Giulia Murada, terze le slovacche Marianna Jagiercikowa e Iwona Januszyk a 14’43”. In casa Italia al quarto posto Mara Martini e Ilaria Veronese, seguite da Elena Nicolini e Giulia Compagnoni al sesto posto.Eydallin e Magnini partenza

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment