Gare

Fantastico bis di Bertagnolli e Ravelli nello slalom di Coppa

Da Prato Nevoso arriva un fantastico bis di Giacomo Bertagnolli e Andrea Ravelli nel secondo slalom di Coppa del Mondo. La coppia Azzurra (Visually Impaired) ha preceduto piuttosto nettamente il francese Hyacinthe Deleplace guidato da Maxime Jourdan, mentre al terzo posto è finito l’australiano Patrick Jensen assieme alla guida Amelia Hodgson.

La coppia Azzurra, che, ricordiamo, è partita solo quest’anno con tale formazione per il cambio Fabrizio Casal-Andrea Ravelli come guida, è sembrata proprio di un altro pianeta. Oltre nove i secondi di vantaggio sulla coppia transalpina.

Tra gli standing purtroppo Davide Bendotti è uscito nella prima manche lasciando le intere redine Azzurre a David Unterhofer che ha chiuso al 12esimo posto.
Buona anche oggi la prestazione tra i rapid gates di René De Silvestro, che predilige le prove veloci. Anche se rimane un po’ di amaro in bocca per un grave errore commesso nella seconda manche che lo ha scalzato dal podio.

Comunque, un altro sesto posto, ma sotto un certo punto di vita, migliore di quello di ieri. Se non altro perché il distacco rispetto a chi lo ha preceduto, fatto salvo il vincitore Jesper Pedersen (Nor), è contenuto. 35 centesimi dal quinto (Niels De Langen), meno di un secondo dal quarto (Markus Gfatterhofer).

Jack e Andrea sono al settimo cielo: “Qual è la vittoria più bella delle due? Sicuramente quella di ieri perché è stata la prima. Oggi però siamo andati più forti. L’abbiamo sciata bene senza errori“. Secondo Andrea: “Quella di ieri, è vero, è stata la prima e non si scorda mai. Ed è forse proprio per questo che ci ha dato una carica pazzesca  oggi. Perché siamo riusciti a mettere una marcia in più“.

Giacomo e Andrea sono ora sia leader di slalom che della classifica generale di Coppa del Mondo: “Speriamo di tirarla avanti fino alla fine. Domani c’è il terzo slalom. Un’altra prova fondamentale. Poi qui in Italia c’è sempre un tifo pazzesco. Molto più che nel resto del mondo.”:

Al traguardo anche Luca Pancalli, presidente della Federazione Italiana Sport Disabili (FISD): “Un’altra giornata straordinaria. Con una coppia che ha raggiunto livelli stratosferici. Ma applaudo anche la prestazione di René De Silvestro. Dopo una prima manche incredibile ha commesso purtroppo un errore grave nella seconda. Qui a Prato Nevoso abbiamo comunque finora avuto un’altra conferma che il movimento delgi Sport Invernali paralimpici è solido e sta andando bene road to Pechino 2022“.

Tags

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.