Gare

Federica Brignone e Stefano Gross Campioni Italiani di Slalom

Federica Brignone e Stefano Gross Campioni Italiani di Slalom
Avrà perso le motivazioni o forse ne dovrà cercare di nuove, sta di fatto che Federica Brignone è la nuova campionessa italiana di slalom e con lei Stefano Gross.

Per Federica si tratta dell’ottavo titolo nazionale, il primo nello slalom dopo averne già vinti 4 in gigante, 2 in combinata e 1 in superG. La 30enne dei Carabinieri si è imposta oggi a Livigno fra i “rapid gates”. Seconda a metà gara, la valdostana ha fatto segnare il miglior tempo nella seconda frazione, chiudendo in 1’32″59, con 34 centesimi di vantaggio su Vera Tschurtschenthaler, 23enne del Gsiesertal (detentrice del titolo), e per 67 su Vivien Insam, 23 anni delle Fiamme Oro, al comando a metà gara.
Completano la top five Anita Gulli, quarta a 1″06 e Martina Peterlini, quinta a 1″21.

Per Stefano Gross si tratta invece, del secondo scudetto tricolore in carriera. Il 35enne portacolori delel Fiamme Gialle, che si era imposto nel 2014 in slalom, ha concesso il bis a distanza di sette anni sulla pista di Livigno, dove ha concluso le due manche con il tempo complessivo di 1’29″18. Sufficiente per mettersi alle spalle il commilitone Riccardo Tonetti (al terzo podio della carriera dopo il titolo nel 2018 e il secondo posto nel 2015), staccato di 20 centesimi.

Terza posizione per il lecchese Sala (Fiamme Oro Moena) a 35 centesimi, che coglie il terzo podio nella specialità dopo il successo nel 2017 e il terzo posto nel 2016. A condividere con lui l’ultimo gradino del podio c’è il favorito della vigilia Alex Vinatzer (Fiamme Gialle), mentre Giuliano Razzoli è finito sesto e Matteo Canins settimo.

Quest’ultimo si è aggiudicato la classifica di giornata relativa al Gran Premio Italia seniores, riservato agli atleti che non fanno parte di squadre nazionale, alle sue spalle Alex Hofer (dodicesimo al traguardo) e Damian Hofer (quindicesimo). Mercoledì 24 marzo il programma propone la disputa del gigante femminile, poi toccherà alle gare veloci nel fine settimana a Santa Caterina Valfurva.

Classifica Femminile

Classifica maschile

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.