Gare

Federica Brignone è tornata sugli sci a la Thuile

L’influenza è alle spalle così Federica Brignone è tornata questa mattina sugli sci, sulle nevi di La Thuile. L”Azzurra si è presa, infatti qualche giorno di riposo per rimettersi dopo le gare di Kranjska Gora, dove i risultati sono stati fortemente condizionati da un fisico debilitato. Ottava in gigante e un out in slalom, dopo comunque una discreta qualifica perla seconda manche.

Federica non è rimasta comunque sotto le coperta. In questi giorni si è allenata in palestra per tenere i muscoli caldi. E questa mattina ha raggiunto la vicina La Thuile. Non una bellissima giornata oggi nella località valdostana che il 29 febbraio e il 1° marzo, ospiterà superG e combinata Alpina.

Federica, ha sciato sulla pista 3 come hanno fatto nei giorni scorsi le altre ragazze della squadra. Nonostante la scarsa visibilità la pista è bellissima. Terreno duro, ottimamente preparato con un dito di nevina caduta nelle ultime ore.

A La Thuile c’è anche Marta Bassino ma la piemontese si sta allenando un po’ in slalom. Ovviamente si sta preparando anche lei per la combinata di domenica prevista a Crans Montana. Bei ricordi nella località elvetica per Federica Brignone, che ha conquistato la combinata alpina nel 2017, 2018 e 2019, più un secondo posto sempre nel 2017.

A La Thuile, invece, nel 2016, fu 22° nella discesa, dove raccolse per la prima volta in carriera punti in questa disciplina. Lasciò poi il posto a Marta Bassino nella seconda discesa, vinta da Nadia Fanchini. Giornata memorabile quella, con Daniela Merighetti al terzo posto, alle spalle di Lindsey Vonn. Poi nel superG Federica riuscì a strappare uno splendido sesto posto.

Marta Bassino a La Thuile in versione slalomista, assieme a Ginluca Rulfi

Il programma di Crans Montana è molto intenso. Domani e dopo domani le prove. Poi la prima discesa venerdì, recupero di Rosa Kuthor, la seconda discesa sabato e poi domenica il superG + lo slalom per la combinata alpina.

Anche nella località elvetica non ci sarà Mikaela Shiffrin che dovrebbe raggiungere il Circo Bianco a Ofterschwang, quindi dopo anche le gare di la Thuile. A meno riesca a riprendersi prima dalla tristezza e recuperare, forze, testa e umore per essere competitiva.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.