Gare

Federica Brignone “Prima ho esultato, poi ho visto il tempo e…”

Federica Brignone è 11esima dopo la prima manche dello slalom di Killington e: “Prima ho esultato, poi ho visto il tempo e…“. Queste le prime parole dell’Azzurra, comunque molto contenta del risultato che spiega così al microfono di Ninna Quario: “Insomma, arrivare undicesima col 31 e mettersi davanti alle specialiste, di primo acchito, dai, non è male. Per questo ho esultato.
Poi però ho guardato meglio il tabellone e un po’ mi sono vergognata. Però, ragazzi, era davvero una pista terribile.

Un vetro ma non omogeneo, Tutto scalinato. Sembrava un pavimento di mattonelle senza la fuga!
Shiffrin ve be, lei.. ma tutte hanno fatto fatica. Per questo sono contenta. Certo ci sono due manche e ne manca ancora una, quindi vediamo di portare a casa un risultato confortante. Ci proverò!
In effetti distacchi così abissali tra Mikaela e la trentesima qualificata si sono visti di rado. Oltre 5 secondi!  Ci si lamenta spesso che le piste a volte, sfalsano i veri valori in campo perché a volte, il manto nevoso si spacca e chi parte dietro è molto svantaggiata. Diciamo che oggi non ci sono state mezze misure. Da un eccesso all’altro.

Le ragazze non hanno nè forza nè tecnica sufficienti per offrire uno spettacolo decoroso al pubblico quando ci sono condizioni così. A chi giova? Probabilmente a nessuno. Poi è anche vero che nello sci non tutto è calcolabile. Gli organizzatori hanno preferito barrare la pista e il cocktail di temperatura e umidità hanno creato una Monster slope!

Qui il “Live Timing

 

Federica Brignone prima ho

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.