Gare

Fondo: Detassis family sovrana a Lavarone

Ai Campionati italiani cittadini e Master a tecnica classica, organizzati da Team Futura, la Detassis family fa l’en plain sui binari di Lavarone Mellegrobbe: le medaglie d’oro assolute maschile e femminile sono infatti andate al collo di Stefano ed Elena, i due forti fratelli portacolori del Gs Marzola, che sono stati in grado di gestire al meglio le energie azzeccando la scelta giusta di materiali in base alle proprie caratteristiche: paraffina invece di sciolina.
Il 22enne Stefano Detassis ha chiuso i 10 km del tracciato (4 giri del percorso di 2,5 km) con il tempo di 26’43”43, l’unico a scendere sotto il muro dei 27 primi, staccando di 18 secondi il solandro d’adozione Bruno Carrara del Team Futura che ha optato per il passo spinta e di 44 secondi il vicentino tesserato con la società organizzatrice Alberto Dalla Via.
Subito a ridosso del podio altri due fratelli, ovvero i vermigliani del Team futuro Marco e Alessandro Mosconi, il primo a 1’13” dal leader, il secondo a 1’21”.
La sfida assoluta femminile ha dunque visto trionfare Elena Detassis, che ha portato a termine i 10 km con il tempo di 32’18””65, infliggendo un distacco di oltre 5 minuti alla lombarda Maria Luisa Mauri, quindi sul terzo gradino del podio Vania Zanatta dello Sci fondo Treviso. Fra l’altro Elena, nipote di Carlo Segatta storico presidente del Gs Marzola a testimonianza di come lo sci di fondo sia nel dna famigliare, è pure una ragazza della categoria junior, a dare un valore aggiunto alla sua prestazione, aggiudicandosi anche la medaglia di questa categoria.
Nelle altre categorie fra le aspiranti si è imposta Stefania Dalla Costa dello Sci club Montecorno, fra gli junior Francesco Campi del Marzola, fra le senior Maria Luisa Mauri del Camosci, fra i senior Stefano Detassis, nella master A1 Marco Recchioni del Sottozero Nordic Ski Team, nella master A2 Bruno Carrara del Team Futura, nella master A3 Alessandro Mosconi dello Sci Fondo Val di Sole, nella master A4 Marco Mosconi del Team Futura, nella master A5 Marco Crestani del Team Futura, nella master B1 Paolo Sommavilla del Team Futura, nella master B2 Guido Masiero del Montebelluna, nella master B3 Luigi Sebben del Nordic Sportful, nella master B4 Giuliano Secco del Primiero, nella master B5 Roberto De Marcellis del Valsabbia, nella master C2 Vania Zanatta del Fondo Treviso, nella master C3 Maria Luisa Mauri.
Nella graduatoria per società ha vinto il Team Futura, davanti allo Sci club Marzola e al Gsa Asiago.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment