Gare

Fondo: Norvegesi imprendibili

Va a Didrik Toenseth il derby con Sjur Roethe nell’inseguimento a tecnica classica che ha deciso il minitour di Lillehammer. Il ventisettenne di Trondheim, partito con un 1″ di ritardo rispetto al compagno di squadra, ha viaggiato gomito a gomito lungo i 15 km in programma, e sul traguardo ha operato l’allungo decisivo che gli è valso il primo posto complessivo al termien delle tre tappe in programma. Dietro a loro si è giocata una gara tattica fra il resto del gruppo, con oltre venti atleti nello spazio di pochi secondi. Fra questi c’era anche Francesco De Fabiani, risalito alla fine dalla ventottesima alla dodicesima posizione, a 1’06″5 dal vincitore. Il valdostano ha confermato di gradire l’alternato, concludendo la sua prestazione in crescendo, mentre al terzo posto si è piazzato Emil Iversen con un finale sorprendente dal momento in cui sembrava davvero cotto, a danno di Calel Halfvarsson. Fuori dai punti sono invece rimasti Federico Pellegrino (44simo), Giandomenico Salvadori (48simo) e Dietmar Noeckler (64simo), mentre Maicol Rastelli si è ritirato lungo il percorso. Il miglior tempo di giornata è stato realizzato dal tedesco Janosch Brugger su Jean Marc Gaillard ed Erik Bjornsen. La classifica generale vede Alexander Bolshunov in vetta con 222 punti, dietro a lui Emnil Svendsen con 208 e Johannes Klaebo con 141. La prossima tappa di coppa è prevista a Beitostoelen sabato 8 dicembre con 15 km femminile e 30 km maschile in tecnica libera e domenica 9 dicembre con le staffette.

Ordine d’arrivo 15 km TC maschile Lillehammer (Nor), tra parentesi il tempo di giornata:
1 TOENSETH Didrik 1991 NOR 44:13.8 44:12.0 (30)
2 ROETHE Sjur 1988 NOR 44:15.4 +1.6 44:15.4 (32)
3 IVERSEN Emil 1991 NOR 45:17.1 +1:03.3 45:05.6 (65)
4 HALFVARSSON Calle 1989 SWE 45:18.2 +1:04.4 43:58.5 (22)
5 BOLSHUNOV Alexander 1996 RUS 45:18.3 +1:04.5 43:58.5 (22)
6 LARKOV Andrey 1989 RUS 45:18.8 +1:05.0 44:09.0 (29)
7 NISKANEN Iivo 1992 FIN 45:19.0 +1:05.2 43:45.9 (17)
8 KRUEGER Simen Hegstad 1993 NOR 45:19.1 +1:05.3 44:35.1 (47)
9 THORN Viktor 1996 SWE 45:19.3 +1:05.5 44:18.2 (36) 40.70 (36)
10 COLOGNA Dario 1986 SUI 45:19.6 +1:05.8 44:33.1 (46)

12 DE FABIANI Francesco 1993 ITA 45:20.3 +1:06.5 43:32.0 (11)
44 PELLEGRINO Federico 1990 ITA 46:52.1 +2:38.3 43:38.9 (15)
48 SALVADORI Giandomenico 1992 ITA 47:05.6 +2:51.8 44:16.1 (33)
64 NOECKLER Dietmar 1988 ITA 48:53.2 +4:39.4 44:20.9 (38)

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment