Gare

Fondo: Pellegrino parte in salita

Non è partita proprio benissimo la stagione di Federico Pellegrino e Francesco De fabiani alla prima prova di coppa che si è disputata a Ruka, in Finlandia.  Iivo Niskanen ha confermato di amare tanto questa pista visto che proprio qui vinse due anni fa la sua prima e ultima gara.  Si è così ripetuto nella 15 km a tecnica classica. Il ventiquattrenne finlandese ha approfittato di una gran giornata sugli sci per completare il percorso in 35’27″6, sufficienti per precede il trio norvegese composto da Emil Iversen, Martin Sundby e Didrik Toenseth, che ha condiviso la quarta posizione con lo svedese Johan Olsson. Buona la reazione di Federico Pellegrino dopo la sfortunata sprint di sabato. Il valdostano ha conquistato un eccellente sedicesimo posto su una distanza a lui non congeniale, il miglior piazzamento nelle gare con partenza a intervalli. “Forse potevo fare qualcosa di meglio ma questa gara mi ha permesso di riprendere un po’ di morale dopo la fastidiosa uscita di scena di sabato”, ha commentato dopo il traguardo Federico.

A punti anche un discreto Dietmar Noeckler, ventunesimo, mentre Francesco De Fabiani non è riuscito a trovare il giusto feeling, terminando fuori dalla zona punti, in trentaquattresima posizione. “E’ stata una gara ampiamente al di sotto delle aspettative – spiega il valdostano dell’Esercito -. Non sono soddisfatto, pensavo fosse scontato portare a asa dei punti ma non c’è niente di scontato. Non ho avuto nessun problema particolare, gli sci erano buoni ma oggi mancavano le buone sensazioni, era come se avessi una monomarcia, non sono riuscito a cambiare il ritmo quando serviva, senza nemmeno recuperare nulla nel finale come solitamente faccio. Queste due gare sono andate, fortunatamente c’è subito la possibilità di rimediare nelle prossime gare di Lillehammer dove avrò la possibilità di rifarmi”.

Ancor più in ritardo Maicol Rastelli e Giandomenico Salvadori. La classifica generale di coppa vede in testa Calle Halfvarsson (oggi settimo) con 116 punti davanti a Niskanen e Golberg con 100. Settmana prossima il calendario propone tre gare a Lillehammer: sprint in tecnica classica, 10 km in tecnica libera e 15 km in tecnica classica a inseguimento.

Oridne d’arrivo 15 km TC maschile Ruka (Fin):
1 NISKANEN Iivo 1992 FIN 35:27.6
2 IVERSEN Emil 1991 NOR 35:37.8 +10.2
3 SUNDBY Martin Johnsrud 1984 NOR 35:38.8 +11.2
4 TOENSETH Didrik 1991 NOR 35:44.6 +17.0
4 OLSSON Johan 1980 SWE 35:44.6 +17.0
6 KROGH Finn Haagen 1990 NOR 35:45.9 +18.3
7 HALFVARSSON Calle 1989 SWE 35:48.8 +21.2
8 BESSMERTNYKH Alexander 1986 RUS 35:51.9 +24.3
9 HEIKKINEN Matti 1983 FIN 35:59.6 +32.0
10 MUSGRAVE Andrew 1990 GBR 36:01.4 +33.8
11 HARVEY Alex 1988 CAN 36:02.6 +35.0
12 KRUEGER Simen Hegstad 1993 NOR 36:03.6 +36.0
13 NYENGET Martin Loewstroem 1992 NOR 36:08.9 +41.3
14 JAUHOJAERVI Sami 1981 FIN 36:09.2 +41.6
15 HYVARINEN Perttu 1991 FIN 36:12.5 +44.9
16 PELLEGRINO Federico 1990 ITA 36:14.1 +46.5
17 LEHTONEN Lari 1987 FIN 36:16.5 +48.9
18 DYRHAUG Niklas 1987 NOR 36:20.1 +52.5
19 BING Thomas 1990 GER 36:28.5 +1:00.9
20 LARKOV Andrey 1989 RUS 36:31.9 +1:04.3
21 NOECKLER Dietmar 1988 ITA 36:34.5 +1:06.9
22 VOLZHENTSEV Stanislav 1985 RUS 36:38.9 +1:11.3
23 BELOV Evgeniy 1990 RUS 36:40.1 +1:12.5
24 HELLNER Marcus 1985 SWE 36:40.4 +1:12.8
25 HAKOLA Ristomatti 1991 FIN 36:41.3 +1:13.7
26 COLOGNA Dario 1986 SUI 36:42.0 +1:14.4
27 RICKARDSSON Daniel 1982 SWE 36:42.8 +1:15.2
28 BURMAN Jens 1994 SWE 36:44.7 +1:17.1
29 BAUER Lukas 1977 CZE 36:44.8 +1:17.2
30 DOBLER Jonas 1991 GER 36:46.5 +1:18.9

34 DE FABIANI Francesco 1993 ITA 36:51.6 +1:24.0
47 RASTELLI Maicol 1991 ITA 37:20.9 +1:53.3
52 SALVADORI Giandomenico 1992 ITA 37:40.0 +2:12.4

 

da fisi.org

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment