Gare

Giallo su Mattia Casse, per la Rai (Davide Labate) è a Pechino

Giallo su Mattia Casse, per la Rai (Davide Labate) è a Pechino.
Nel cuore della notte, attorno alle 2, quindi un paio d’ore prima della prova della discesa olimpica, la Rai ha iniziato il suo collegamento con lo Studio per introdurre la giornata su Pechino.

A condurre il sipario giornalistico, con la conduzione in studio dell’inossidabile Sabrina Gandolfi, Paolo De Chiesa e Davide Labate. Proprio da quest’ultimo è uscita una notizia abbastanza clamorosa, ovvero che Mattia Casse sarebbe atterrato a Pechino.

Ora, i giornalisti hanno le proprie fonti che difendono a più non posso, ma difficilmente sparano notizie senza averne una qualche certezza. Tuttavia la Federazione non ha fatto alcuna menzione di questo.

Anche perché, a nostro sapere, eventuali sostituzioni sarebbero ammesse solo in caso di atleta infortunato, per squalifica doping o il sopraggiungere della positività Covid. Anche di coloro che ancora non hanno raggiunto Pechino, ma che non riuscirebbero a tornare negativi in tempo per partire. A meno che si sia aperto un posto in più dopo lo scandalo delle gare Fis truccate che hanno limitato la consueta ricollocazione di quei posti solitamente lasciati liberi dalle small nation.

Mattia, appena saputo della mancata convocazione, aveva esternato tutta la sua delusione attraverso il suo account sui vari canali social. Sottolineando il disappunto con un “vedremo se andrò in Norvegia”, in riferimento alla ripresa della Coppa del Mondo.

Quindi i casi sono due, o il telecronista Davide Labate ha preso una sonora cantonata, oppure sono accaduti, nelle ultime ore, fatti che per motivi diversi o di privacy la Federazione non ha la possibilità di divulgare.

È destino che attorno al 31enne velocista piemontese debba esserci un giallo. Quest’autunno il caso dei suoi punti Fis in superG, per cui, per una concausa di errori burocratici, sarebbe uscito dal gruppo di merito. Tutto poi andò a buon fine il 15 ottobre quando la Fis decise di restituire a Mattia i punti e rimanere 12esimo nel ranking della specialità. Ironia della sorte, anche in quel caso fu Davide Labate, nel corso del TG sportivo Rai serale, a tirare fuori la questione.

Intanto Casse non compare  nella lista dei discesisti per la prova di domani, quindi… Non ci resta che attendere… Giallo su Mattia Casse

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment