Gare

Gigante Mondiali Junior: Franzoni insegue Kindem e Feurstein

Nella prima manche dello slalom gigante dei Mondiali Junior di Bansko Giovanni Franzoni è terzoalle spalle del norvegese Kaspar Kindem e dell’austriaco Lukas Feurstein. Lo svantaggio non è drammatico: 41 centesimi sul leader che vanta 7 centesimi sull’argento di ieri.

Ma il 19enne bresciano non ha le spalle così coperte, perché al quarto posto gli soffia sul collo l’elvetico Nik Spoerri, ad appena 3 centesimi. In corsa ci sono anche  il norvegese Oskar Zimmer, che col 18 si è infilato in quinta posizione a +0,57.

Poi il vicino di casa svedese William Hansson, sesto a +0,58, l’americano Isaiah Nelson settimo a +0,62 e il secondo svizzero Fadri Janutin ottavo a +0,63. In corsa anche l’austriaco Joshua Sturm, bravissimo col 17 a infilarsi in nona piazza a 83 centesimi seguito dal tedesco Luca Simon Wolf decimo a +0,86. Poi si sfiora il secondo con il francese Orecchioni.

Purtroppo Filippo Della Vite è uscito dopo i primi 20 secondi di gara quando si trovava in testa.

Ha affrontato il primo muro con un netto ritardo di linea e quando le maglie si sono strette non ha trovato più il tempo per stare dentro. L’impressione è che sia caduto in un errore di atteggiamento: eccesso di foga, frutto del suo temperamento. Vorrebbe mangiarsi ogni porta, ma su questo tracciato bisognava badare più alla ricerca del ritmo.

Una manche molto tecnica su neve un po’ scivolosa che ha creato non poche difficoltà a tutti. Solo il leader, della scuola norvegese di Braathen e Mc Grath, è riuscito a non interrompere mai la sua azione. Giovanni si è trovato un po’ in difficoltà sul secondo muro ma è stato bravo a reagire prontamente quando è stato costretto ad andare dritto su una porta. In un disegno a fisarmonica l’andamento della gara ha avuto analoga sorte. L’Azzurro ha fatto un’ultima parte fenomenale, mentre il tratto centrale lo ha visto lasciare più di un secondo ed anche la partenza non è stata così mostruosa. Stessa cosa per Feurstein, ancora più bravo di Giovanni nelle ultime 15 porte, dove invece il norvegese, ha sbagliato un poco la linea.

Matteo Bendotti paga 2″06, anche lui un po’ in confusione sul muro centrale e si trova in 19esima posizione. Un po’ più indietro Tommaso Saccardi che col 33 paga 2″58 e si trova 26°, dunque partirà tra i primissimi nella seconda..

Gigante Mondiali Junior Franzoni

LA CLASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.