Gare

Giochi 2018-Artistico: dopo Rizzo Italia ancora 4a

Nel palazzetto del ghiaccio di PyeongChang, il posto – per assurdo – più caldo del paese, è andato in scena il quarto tempo del Team Event con il Programma libero maschile cui hanno partecipato solo le prime 5 squadre della classifica generale. Il nostro Matteo Rizzo ha eseguito un programma esemplare, senza pecche, senza errori cosa che invece è capitato sia al numero uno Patrick Chan, canadese, che al russo Mikhail Kolyada caduto sul ghiaccio per ben due volte. In questi casi viene tolto un punto a errore e questo non è stato comunque sufficiente perché finissero alle spalle di Rizzo. L’Azzurro ha chiuso al quarto posto, superato anche dall’americano Adam Rippon. Dobbiamo essere comunque strafelici per come il diciannovenne romano si è esibito e di più non si poteva chiedere.

Matteo Rizzo

Questo lo score del libero maschile: 179.75 punti per Chan, 173.57 per Kolyada, 172.98 per Rippon, 156.11 per Rizzo e 148,36 per il giapponese Tanaka. La classifica, a una gara dal termine, il libero femminile, rimane invasriata con il Canada ormai irraggiungibile con 55 punti, la Russia, o meglio la OAR con 48, gli Stati Uniti con 42, l’Italia con 38 e il Giappone con 38. Il ghiaccio ora a Carolina Kostner che pur brava che sia potrà scalzare gli Usa dal terzo posto solo con una performance senza precedenti sperando nella defaillance delle colleghe. La competizione si completerà poi con la gara a coppie: per noi Anna Cappellini e Luca Lanotte

canada primo 55  48 olimp 44 stati 42 ita  38 jpn

 

Axel

Lutz

Toe-loop

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment