Gare

Giochi 2018- C.A. Vonn senza storia

Il vento gira al largo e la partenza della discesa è quella naturale, quindi ci si lancia dal top. Sofia Goggia deve smaltire le fatiche della vittoria di ieri e preferisce rimanere in hotel. Tolta lei e altre tre atlete, Stephanie Venier, Alexandra Coletti e  Anne-Sophie Barthet e (a casa), sono 3o le atlete al via, autrici, nel complesso, di uno spettacolo triste, quasi indecoroso, tranne le prime quattro della classifica. Errori madornali che per fortuna hanno visto in pochi a vedere anche questa tribuna semi vuota. Il miglior tempo porta l’onorevole firma di Lindsey Vonn che ha sbagliato giorno e gara per completare una prova ineccepibile. Sono 74 i centesimi che ha saputo mettere tra sè e Ragnhild Mowinkel. Fresca dell’argento, la norvegese non ha perso l’occasione di dare l’ennesima dimostrazione  di forza. Alle sue spalle un’ottima Michel Gisin che ha concluso una prova maiuscola, infilandosi a 3 centesimi dalla norvegese. E’ messa bene Mikaela Shiffrin, sesta ma a soli 1″98 dalla compagna di squadra. Rimediabilissimi nella seconda manche di slalom.
Decisamente modeste le prestazioni di Federica Brignone che quasi si ferma sul salto che l’ha tradita nella discesa olimpica concludendo a 2″40 e di Marta Bassino che senza errori evidenti ci mette 1 decimo in più della compagna di squadra. Sfortunatissima Johanna Schnarf che dopo pochi secondi, sulla diagonale, paga a caro prezzo il conto della fortuna: dopo aver perduto per un niente la medaglia in superG, dopo essere stata messa in panchina ieri, oggi ha pensato di perdere uno sci a pochi metri dal via.

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 13 Vonn Lindsey

USA

1:39.37
2 6 Mowinckel Ragnhild

NOR

1:40.11 +0.74
3 1 Gisin Michelle

SUI

1:40.14 +0.77
4 15 Siebenhofer Ramona

AUT

1:40.34 +0.97
5 9 Ferk Marusa

SLO

1:40.98 +1.61
6 19 Shiffrin Mikaela

USA

1:41.35 +1.98
7 12 Haaser Ricarda

AUT

1:41.75 +2.38
8 18 Grenier Valerie

CAN

1:41.79 +2.42
9 4 Miradoli Romane

FRA

1:41.83 +2.46
10 3 Holdener Wendy

SUI

1:42.11 +2.74
11 10 Gauche Laura

FRA

1:42.15 +2.78
12 5 Brignone Federica

ITA

1:42.51 +3.14
13 2 Vlhova Petra

SVK

1:42.58 +3.21
14 7 Bassino Marta

ITA

1:42.61 +3.24
15 20 Bucik Ana

SLO

1:42.77 +3.40
16 8 Ignjatovic Nevena

SRB

1:42.88 +3.51
17 11 Feierabend Denise

SUI

1:43.04 +3.67
18 24 Merryweather Alice

USA

1:43.17 +3.80
19 26 Gasienica-Daniel Maryna

POL

1:44.35 +4.98
20 27 Kantorova Barbara

SVK

1:45.58 +6.21
21 23 Muzaferija Elvedina

BIH

1:46.62 +7.25
30 Paulathova Katerina

CZE

Next
21 Coletti Alexandra

MON

DNS
17 Barthet Anne-Sophie

FRA

DNS
16 Goggia Sofia

ITA

DNS
14 Venier Stephanie

AUT

DNS
29 Vanreusel Kim

BEL

DNF
28 Crawford Candace

CAN

DNF
25 Small Greta

AUS

DNF
22 Schnarf Johanna

ITA

DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment