Gare

Giochi 2018-Slittino: Fischnaller che peccato!

Tremendo anche lo slittino, disciplina dove non si è mai certi di nulla fino all’ultima curva. Una quarta manche dove è accaduto di tutto, con il tedesco Felix Loch, atleta che negli ultimi anni ha vinto di tutto e di più, che sbalgia tutto quando si intraversa all’uscita di una curva e finisce per grattare il ghiaccio per almeno 50 metri.

Sparisce dal podio e finisce quinto per la felicità dell’austriaco David Gleirscher che era terzo dopo la terza manche, in cuor suo, in difesa del bronzo o al massimo all’attacco dell’argento.

Ora invece si ritrova l’oro al collo pur senza crederci! L’americano Chris Mazdzer è stato bravo a mantenere la seconda piazza e a regalare agli States la prima medaglia olimpica a stelle e strisce, mentre il bronzo è andato al collo del tedesco Johannes Ludwig, quinto alle spalle di kevin a un run dal termine. P

urtroppo è successo che l’Azzurro abbia ceduto proprio nella manche decisiva, concludendo lontano dai premi. Tutto l’opposto Dominik Fischnaller che dovrà maledire quell’orribile prima manche di ieri.

Il miglior tempo della quarta è suo (record della piusta con 47.475) ma dannazione, il bronzo è rimasto distante per soli 2 millesimi! Da mangiarsi davvero le mani. Non riusciamo invece a immaginare cosa starà passando ora Felix Loch. Sono piccoli drammi sportivi che fanno davvero male.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment