Gare

Giovanni Franzoni, è un secondo posto incredibile!

Nella combinata di Coppa Europa di Sella Nevea Giovanni Franzoni ottiene un secondo posto incredibile! Perché quando arrivi sul podio al tuo primo anno davvero importante, è qualcosa che vale tantissimo. 18 anni, squadra C, bresciano delle Fiamme Gialle, nato sciisticamente nell’Agonistica Campiglio.

È l’ABC di questo giovanotto dai toni gentili, umili e pacati, ma così grintosi quando si apre il cancelletto di partenza. Terzo nella prova si superG ha tenuto i nervi ben saldi in quella di slalom.

Si è arreso soltanto al norvegese fenomeno Atle Lie Mc Grath che ha già conosciuto la Coppa del Mondo. Giovanni viene dalle Fis e questa fa una differenza enorme.

L’altro ieri nel primo superG partendo con un numero altissimo, oltre il 60 ha concluso 13esimo. Ieri poi, sesto. E oggi in paradiso!

34 i centesimi che lo hanno separato dalla vittoria. Ma per lui e per noi lo è anche la piazza d’onore.  Difesa nei confronti dell’elvetico Luca Aerni che è alle sue spalle nonostante abbia in tasca una medaglia d’oro conquistata proprio in combinata ai Mondiali di St Moritz.

Che altro dire se non che siamo davvero ammirati da Giovanni, entrato per il primo anno in squadra C, dunque allenato da Massimo Carca, con Max Blardone a dare consigli tecnici appena ha un minuto libero.

C’è anche poi da dire che il livello tecnico delle piste era molto alto. Terreno durissimo e tracciato con malizia. Stessa cosa lo slalom disposto anch’esso sulla pista Canin, orgoglio di Sella Nevea, stazione capace di organizzare gare con un livello altissimo di efficienza.

Quindicesimo posto per il secondo migliore Azzurro di giornata, Giulio Zuccarini. Poi 18esimo Alessio Bonardi, 19esimo Tobias Kastlunger, 22esimo Luca Taranzano, 25esino Alexander Prast,  26esimo Jacques Banjamin Alliod e Pietro Zazzi 28esimo.

http://live.fis-ski.com/lv-al0089.htm#/short

 

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.