Gare

GranPremio Giovanissimi Amsi: qualifiche quasi al termine, prossimo step le 16 finali regionali

GranPremio Giovanissimi Amsi: qualifiche quasi al termine, prossimo step le 16 finali regionali
Il circuito di gare organizzato (in dicembre e gennaio) dalle scuole italiane sci sta giungendo al termine  ed è già ora  di puntare lo sguardo alle finali regionali, là dove si alimentano, per i piccoli partecipanti, i sogni di accedere alla finalissima. tra i piccoli campioni il coinvolgimento sale passo dopo passo e l’obiettivo quest’anno si chiama «cortina»…

Come sappiamo, infatti, sarà la perla delle Dolomiti ad ospitare dal 23 al 25 marzo p.v. la 45° Finale Nazionale del GranPremio Giovanissimi Kinder Joy of Moving – Trofeo Silver®care, momento culmine dell’articolato circuito GranPremio Giovanissimi, cui potranno prendere parte bimbi nati negli anni 2011, 2012, 2013 e 2014.

Da sempre il GranPremio Giovanissimi contempla fasi cosiddette di Scuola (iniziali per gli allievi) passando successivamente per le Finali Regionali e poi la Finale Nazionale un evento capace negli anni di far suo lo «status» quale manifestazione più importante del mondo dello sci giovanile.

Il valore della manifestazione è dato anche da importanti partner come Kinder Joy of Moving e Silver®Care, abbinati a EA7 Emporio Armani e Level Gloves.

Il lavoro di preparazione e avvicinamento alla Finale Nazionale inizia quindi molto tempo prima nelle scuole, infatti, le Scuole Italiane Sci ogni anno da dicembre a gennaio organizzano per i bambini di età compresa tra i 9 e i 12 anni, gare attentamente concepite per fare emergere entusiasti bambini nel mondo dello sci.

Sono momenti di svago e divertimento che, però, danno l’opportunità a tutti i piccoli allievi di mettersi alla prova in slalom gigante. I primi 10 bambini classificati di ogni categoria (4 maschili e 4 femminili) e di ogni singola qualificazione hanno poi accesso a una delle Finali Regionali, che per il 2023 sono in totale 16 quelle in programma.

Nella fattispecie, la prima Finale Regionale in agenda è in Toscana all’Abetone (PT) il prossimo 23 gennaio, seguiranno poi gli appuntamenti nello stesso mese per la Campania-Basilicata a Roccaraso (AQ), Calabria-Sicilia a Gambarie d’Aspromonte (RC), Emilia Romagna a Cerreto Laghi (RE), Valle d’Aosta a La Thuile e, infine, Piemonte a San Sicario. Passando al mese successivo, si parte con l’Alto Agide a Moso in Passiria (BZ) il 5 febbraio, segue poi l’appuntamento del Lazio a Campo Staffi (FR), Lombardia a Ponte di Legno/Tonale (BS), Abruzzo a Roccaraso (AQ), Friuli Venezia Giulia a Piancavallo (PN), Veneto a Zoldo (BL). Giungiamo poi agli ultimi due appuntamenti di marzo, che vedranno la finale regionale del Trentino a San Martino di Castrozza (TN) e Marche nella località di Monte Piselli (TE).

Nelle Finali Regionali, che ricordiamo prevedono la partecipazione di 4.800 bambini, si concentrano mesi di impegno, chilometri sulle piste, lunghe attese e speranze. Per l’Associazione Maestri Sci Italiani, che 45 anni fa ebbe la straordinaria intuizione di «inventare» un circuito di gare per gli allievi della Scuola Italiana Sci, vedere nei sorrisi dei bambini tutte queste profonde emozioni, insieme alle leggerezza e al sano divertimento che sanno infondere ad ogni situazione, è motivo di grande orgoglio e soddisfazione. In bocca al lupo a tutti i bimbi e buon divertimento!

Tags

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment