Gare

GS Adelboden: Azzurri pimpanti

Finalmente una bella gara per gli Azzuri: in testa a metà gara, manco a dirlo, c’è Marcel Hirscher, la perfezione assoluta fino all’ingresso del muro verticale finale, che ha affrontato in ritardo ed è rimasto in pista per un miracolo. Alle sue spalle il solito Henrik Kristoffersen con i soliti 11 centesimi di ritardo. Quindi il norvegese Nestvold-Haugen a +65. Ma lì, attaccato c’è il migliore Luca De Alprandini degli ultimi tempi. Un piccolo errore sul traguardo, ma la sciata che ha messo in mostra è stata esaltante. 85 i centesimi da recuperare su Hirscher, due in meno di Alexis Pinturault che ancora non è nelle sue migliori condizioni. Al serttimo posto, alle spalle dell’elvetico Justin Murisier, c’è uno splendido Riccardo Tonetti, che sta vivendo un momento di esaltazione agonistica. Il neo campione italiano di slalom è riuscito a portare in avanti il baricentro consentendo alla sua grande sensibilità di mettere a frutto il talento che ha sempre avuto: 1″19 il gap, non così eccessivo per portare a casa una gara che potrebbe ricordare alingo. Peccato per Manfred Moelgg che ai primi due rilevamenti cronometrici è stato addirittura in testa. Anche lui è arrivato lungo nel barattro conclusivo dove ha perduto tutto e accumulato un ritardo di 1″41. Una bella prestazione, finora, dei nostri gigantisti. Gli errori ci stanno, ma è piaciuto molto l’atteggiamento. Non è la migliore condizione di questa magica pista, meno impegnativa del solito, ma rimane sempre un gran bel tracciato. Alle 13:30 la seconda manche

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 2 HIRSCHER Marcel

AUT

1:10.53
2 5 KRISTOFFERSEN Henrik

NOR

1:10.64 +0.11
3 6 NESTVOLD-HAUGEN Leif Kristian

NOR

1:11.18 +0.65
4 9 DE ALIPRANDINI Luca

ITA

1:11.38 +0.85
5 1 PINTURAULT Alexis

FRA

1:11.40 +0.87
6 4 MURISIER Justin

SUI

1:11.71 +1.18
7 22 TONETTI Riccardo

ITA

1:11.72 +1.19
8 15 LIGETY Ted

USA

1:11.77 +1.24
9 7 OLSSON Matts

SWE

1:11.83 +1.30
10 10 KRANJEC Zan

SLO

1:11.84 +1.31
11 3 FAIVRE Mathieu

FRA

1:11.87 +1.34
12 16 MOELGG Manfred

ITA

1:11.94 +1.41
13 11 FELLER Manuel

AUT

1:11.99 +1.46
14 13 FANARA Thomas

FRA

1:12.52 +1.99
15 20 CAVIEZEL Gino

SUI

1:12.57 +2.04
16 8 LEITINGER Roland

AUT

1:12.69 +2.16
17 12 EISATH Florian

ITA

1:12.70 +2.17
18 18 MEILLARD Loic

SUI

1:12.95 +2.42
19 21 FORD Tommy

USA

1:13.03 +2.50
20 25 SCHMID Alexander

GER

1:13.17 +2.64
21 26 ZURBRIGGEN Elia

SUI

1:13.36 +2.83
22 14 MUFFAT-JEANDET Victor

FRA

1:13.67 +3.14
23 30 NETELAND Bjoernar

NOR

1:13.85 +3.32
24 27 CHODOUNSKY David

USA

1:13.90 +3.37
25 28 JITLOFF Tim

USA

1:14.03 +3.50
26 29 BORSOTTI Giovanni

ITA

1:14.15 +3.62
27 24 READ Erik

CAN

1:15.50 +4.97
31 STROLZ Johannes

AUT

Next
23 NANI Roberto

ITA

DNF
19 ZUBCIC Filip

CRO

DNF
17 MYHRER Andre

SWE

DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment