Gare

GS Are 1a manche: Vonn ride Shiffrin piange

Prima manche col malumore, perché Mikaela Shiffrin durante il riscaldamento si infortuna al ginocchio destro (sospetto stiramento legamento interno), prende una brutta botta alla testa e viene portata in ospedale di Ostersund per indagare. Davvero una disdetta, perché se il Circo Bianco perde anche la stella americana, l’interesse rischia di finire ai minimi termini. Per tenerla un po’ sù ci ha pensato Lindsey Vonn al suo primo gigante di stagione e, guarda un po’, già in testa anche se solo am metà gara. Sorprende la facilità con cui ha dato 33/100 a una sorpredente Frida Hansdotter, più attesa in slalom che in gigante, e 35/100 all’austriaca Anne-Marie Brem. Poi l’atleta di casa Nina Loeseth che conosce molto bene questa neve così aggressiva che non bisogna aggredire con lamine taglienti. E’ quello che ha fatto invece Federica Brignone nella prima parte di manche dove ha rimediato oltre un secondo di ritardo, per poi ritrovare il tatticismo giusto e concludere a 69/100 da Lindsey m anche a 19/100 della francese Tessa Worley che l’ha preceduta. L’azzurra ha rimediato anche una gran botta al braccio che si è infilato in una porta, subendo un contraccolpo doloroso.  A lottare per un posto sul podio ci sarà anche la svedese Pietilae-Holmner che soffia sul collo di Federica a 2 decimi. Spledido il decimo posto provvisorio di Marta Bassino a +1″10 dalla Vonn ma con buone posibilità di scalare altre posizioni per come ha sciato. E più elevato il gap rimediato da Lara Gut, troppo ruvida su questa neve che non permette correzioni: dodicesima a +1″31.
Le altre Italiane:
Nadia Fanchini, a causa di un ritardo di liena sul muro, non è riuscita a star dentro il tracciato nella porta successiva. Sofia Goggia non ha ancora i tempi rapidi del gigante, lei che è più gigantista, per cui il suo sedicesimo posto è assolutamente positivo. Dopo la francese Barioz, 17esima, un trittico azzurro, con Meolgg, Marsaglia e Irene Curtoni, mentre Elena e karoline Pichler non sono riuite a qualificarsi.

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 16 VONN Lindsey

USA

1:03.29
2 13 HANSDOTTER Frida

SWE

1:03.62 +0.33
3 6 BREM Eva-Maria

AUT

1:03.64 +0.35
4 8 LOESETH Nina

NOR

1:03.70 +0.41
5 10 WORLEY Tessa

FRA

1:03.79 +0.50
6 3 BRIGNONE Federica

ITA

1:03.98 +0.69
7 26 GAGNON Marie-Michele

CAN

1:04.09 +0.80
8 21 DREV Ana

SLO

1:04.13 +0.84
9 11 PIETILAE-HOLMNER Maria

SWE

1:04.18 +0.89
10 19 BASSINO Marta

ITA

1:04.40 +1.11
11 20 BAUD MUGNIER Adeline

FRA

1:04.41 +1.12
12 15 GUT Lara

SUI

1:04.60 +1.31
13 2 WEIRATHER Tina

LIE

1:04.67 +1.38
14 7 REBENSBURG Viktoria

GER

1:04.68 +1.39
15 45 WILD Simone

SUI

1:04.73 +1.44
16 9 KIRCHGASSER Michaela

AUT

1:04.86 +1.57
17 28 GOGGIA Sofia

ITA

1:04.89 +1.60
18 23 BARIOZ Taina

FRA

1:04.93 +1.64
18 12 MOELGG Manuela

ITA

1:04.93 +1.64
20 27 MARSAGLIA Francesca

ITA

1:04.98 +1.69
21 53 ROBNIK Tina

SLO

1:05.15 +1.86
22 14 CURTONI Irene

ITA

1:05.20 +1.91
23 17 PREFONTAINE Marie-Pier

CAN

1:05.28 +1.99
24 42 BRUNNER Stephanie

AUT

1:05.29 +2.00
24 38 HOLDENER Wendy

SUI

1:05.29 +2.00
26 29 BARTHET Anne-Sophie

FRA

1:05.47 +2.18
27 43 FRASSE SOMBET Coralie

FRA

1:05.53 +2.24
28 49 KOPP Rahel

SUI

1:05.55 +2.26
29 51 EKLUND Nathalie

SWE

1:05.63 +2.34
30 52 TRUPPE Katharina

AUT

1:05.82 +2.53
31 48 THALMANN Carmen

AUT

1:05.85 +2.56
32 22 CURTONI Elena

ITA

1:05.88 +2.59
33 33 HAASER Ricarda

AUT

1:05.92 +2.63
34 47 SUTER Jasmina

SUI

1:05.97 +2.68
35 63 VLHOVA Petra

SVK

1:05.99 +2.70
36 36 PICHLER Karoline

ITA

1:06.00 +2.71
37 55 WIRTH Barbara

GER

1:06.11 +2.82
38 58 WIKSTROEM Emelie

SWE

1:06.19 +2.90
39 57 CHABLE Charlotte

SUI

1:06.31 +3.02
40 46 HOESL Simona

GER

1:06.39 +3.10
41 59 SCHILD Bernadette

AUT

1:06.51 +3.22
42 41 ORTLIEB Nina

AUT

1:06.66 +3.37
43 40 DUERR Lena

GER

1:06.74 +3.45
44 54 ALPHAND Estelle

FRA

1:06.90 +3.61
45 56 MAJERCZYK Sabina

POL

1:07.39 +4.10
46 30 HASEGAWA Emi

JPN

1:07.50 +4.21
47 65 GASUNA Lelde

LAT

1:08.34 +5.05
48 64 KIRKOVA Maria

BUL

1:08.59 +5.30
49 62 BANCORA Salome

ARG

1:10.33 +7.04
5 SHIFFRIN Mikaela

USA

DNS
61 BUCIK Ana

SLO

DNF
60 IGNJATOVIC Nevena

SRB

DNF
50 DIREZ Clara

FRA

DNF
44 SEJERSTED Lotte Smiseth

NOR

DNF
39 PAULATHOVA Katerina

CZE

DNF
37 TOMMY Mikaela

CAN

DNF
35 STAALNACKE Ylva

SWE

DNF
34 TILLEY Alexandra

GBR

DNF
32 LAVTAR Katarina

SLO

DNF
31 AGNELLI Nicole

ITA

DNF
25 KLING Kajsa

SWE

DNF
18 MOWINCKEL Ragnhild

NOR

DNF
4 FANCHINI Nadia

ITA

DNF
1 HECTOR Sara

SWE

DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment