Gare

GS Åre, grandiosa Marta Bassino che sale sul secondo gradino del podio, dietro a Vlhova

GS Åre, grandiosa Marta Bassino che sale sul secondo gradino del podio, dietro a Vlhova.
Marta Bassino torna sul podio, battuta solo da una Petra Vlhova oggi imbattibile. 1″24 il vantaggio sull’Azzurra col terzo tempo di manche su una neve che toglieva di base almeno due secondi rispetto a quelle scese a inizio prova.

Bravissima anche Mikaela Shiffrin c(+1″70) he risale in terza posizione dalla sesta,  con una sbavatura solo sul finale quando ha voluto andare forse un po’ troppo dritta. È riuscita a stare davanti a Tessa Worley c(+1″91) he si è un po’ addormentata nel tratto centrale, poi nel finale è venuta fuori la migliore Tessa recuperando 3 decimi in 15 porte. È andata peggio a Sara Hector che nella prima parte inforca pericolosamente anche se sembra che sia tutto a posto.

Manche clamorosa dell’austriaca Franziska Gritsch – sesta – che col 40, prima si qualifica col 25esimo tempo e nella seconda tira giù una riga dritta col miglior tempo, approfittando del terreno duro e liscio che poi cambierà completamente volto.. . 18 le posizioni recuperate anche se il suo distacco, dopo la prima manche su Vlhova era di 3″42. Con il sesto posto migliora il suo best result in gigante che era il settimo di Sölden 2019.

La prima a batterla, la sua compagna di squadra Riccarda Haaser, quinta, che conclude la prova con 1″41 in più ma con 35 centesimi di vantaggio.

Applausi per la prova della giovane 22enne elvetica Vivianne Haerri (14°) 22esima a metà gara (col 45) finita nelle top 15 col secondo tempo di manche!
Scala in nona posizione Michelle Gisin che combina un pasticcio a poche porte dal traguardo, dietro anche alla francese Frasse Sombet, settima e a Truppe, otava.

Brutta caduta di Wendy Holdener che rimane agganciata con lamina senza riuscire a sganciarsi. Prende in pieno la porta e sbatte violentemente la testa sul terreno, fermando la su corsa nelle reti. Si tirerà sù e arriverà al traguardo, ma sembra che qualche problemino a una gamba ci sia. Incrociamo le dita.

Karoline Pichler non se l’è sentita di andare a tutta preferendo portare gli sci al traguardo per prendere i suoi primissimi punti in Coppa in gigante. Fieno in cascina per la prossima stagione. Conclude 26esima.

Per la classifica di specialità Tessa Worley (517)  ora ha solo 5 punti da recuperare su Sara Hector (522), ma anche Mikaela Shiffrin ritorna in corsa con 471 punti. Marta sale al quinto posto scavalcando Brignone, oggi uscita nella prima manche.

Nella generale Shiffrin raggiunge 1216 punti contro i 1.139 si Petra. Brignone rimane a 931 punti

LA CLAASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment