Gare

GS Badia 2: Odermatt torna mostruoso, Kristoffersen a 6 decimi

GS Badia 2: Odermatt torna mostruoso, Kristoffersen a 6 decimi.
Una volta passi, ma non la seconda e così Marco Odermatt torna a essere imbattibile. Sono sei i decimi di vantaggio su Henrik Kristoffersen che ha sciato in maniera splendida con tutta la felicità di Marcel Hirscher che lo aspettava al traguardo. Marco però ha trovato un’alchimia infallibile con quel taglio di curva precisissimo e la successiva  capacità di cambiar peso in maniera rapido, con le punte sempre verso il basso, anche quando il disegno del tracciato presenta angoli molto stretti. Rispetto a ieri ha trovato subito il ritmo giusto e non ha mai dovuto rincorrere la traiettoria migliore.

Loic Meillard è terzo ma paga +1″10, 12 centesimi meglio di Zan Kranjec, bravissimo solo nell’ultima parte dove p riuscito a spingere meglio di tutti, secondo solo a Meillard.

Il primo austriaco non è Manuel Feller che è uscito assieme a Luca Braathen, vincitore ieri, ma Marco Schwarz, quinto a +1″59, oggi più gigantista che slalomista. Poco dietro Alexis Pinturault e Alexander Schmidt, mentre Atle Lie McGrath è nono a quasi due secondi.

È durata una ventina di secondi la prima manche di Luca De Aliprandini che quando prova a spingere un po’ di più, non riesce a cedere alla tentazione di inclinarsi troppo e a scivolar via. Terza uscita su quattro gare! Così, il migliore dei nostri, anche questa volta è Filippo Della Vite che attacca sempre ma con un atteggiamento conservativo che mette al sicuro la sua sciata. Il ritardo è pesante ma in perfetta linea con gli atleti partiti dopo il 20. Il classe 2001 bergamasco con il 26 è 20esimo a +3″67 e la qualifica è assicurata ancora una volta!

Giovanni Borsotti paga invece, 4″45 ma il piemontese riesce a passare il taglio qualificandosi col 27esimi miglior tempo. Non vedremo, altri Azzurri nella seconda: Simon Maurberger +4″88 (36°), Tommy Sala +5″03( 42°), Hannes Zingerle +5″04 (43°), Tobias Kastlunger +5″75 (51°) e fuori Alex Vinatzer che inforca nettamente mettendo in pericolo le sue ginocchia. Si è rialzato e sembrerebbe tutto ok. Speriamo, perché il 22 dicembre lo aspettiamo sul Canalone Miramonti per la 3Tre! La seconda manche alle 13:30

La Classifica

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment