Gare

Gs Courchevel: il vento spazza via la gara

Lo sci azzurro poteva scrivere una pagina storica, una delle tante, ma il vento ha bloccato ogni sogno di gloria. La prima manche del gigante di Courchevel era partita alla grande per noi  con la leadership di Sofia Goggia seguita a due centesimi da Federica Brignone. Anche Marta Basisno era lì, al quarto posto alle spalle di Nina Loseth ma con un distacco minino. Più indietro invece Lara Gut, Tessa Worley e Mikaela Shiffrin. Dopo la discesa del numero 19 però, Atle Skaardal decideva di sospendere tutto. Al Captain meeting improvvisato al traguardo si decideva di riprovarci alle 12:15 con partenza ribassata e con tutto da rifare. Decisione abbastanza assurda che ha fatto andare su tutte le furie non solo le nostre. Poi ogni polemica se n’è andata assieme allo Scirocco perché non si è più dato il via. Tutte a casa!

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment