Gare

GS Jasna: Brignone sul podio di Brem e della furia Rebensburg

Lo avevamo previsto e scritto nella cornaca della prima manche: quando Viktoria Rebensburg deve rifarsi compie veri e propri capolavori. E così è stato: miglior tempo di manche e piazza

Il podio del gigante di Jasna
Il podio del gigante di Jasna

d’onore che sembrava decisamente così lontana per non dire impensabile! Che atleta! A Soelden c

Ski World Cup 2015-2016. Victoria Rebensburg (GER) Jasna 07 marzo 2016 photo (Ale Trovati Pentaphoto)
Ski World Cup 2015-2016. Victoria Rebensburg (GER)
Jasna 07 marzo 2016 photo (Ale Trovati Pentaphoto)

hiuse la prima in 14esima posizione, poi col miglior tempo nella seconda salì al sesto. Oggi ha invece compiuto un vero e proprio miracolo tecnico. Battere Eva-Maria Brem era impossibile,

Eva Marie Brem in azione nel gigante di jasna (foto Pentaphoto)
Eva Marie Brem in azione nel gigante di jasna (foto Pentaphoto)

perché recuperare 1″96 era decisamente impegnativo. Anche se l’austriaca ce l’ha fatta per soli 27 e striminziti centesimi, col 25esimo tempo di manche. Deve dunque ringraziare  la sua prima prova: assolutamente geniale che vale la conquista della Coppa di specialità, che però oggi non è arrivata proprio per la performance incredibile di Viktoria: si  dovrà attendere il gigante finale di S. Moritz dove Eva Maria cercherà di rintuzzare l’attacco conclusivo della tedesca, ora seconda a -52 punti. Sarà più difficile salire sul terzo gradino per Federica Brignone che col terzo posto di oggi ha dimostrato ancora una volta di essere una numero uno assoluto e un piedino sul quel podio conclusivo se lo meriterebbe eccome. Lara Gut ha ceduto nelle ultime porte ed è finita alle spalle

Ski World Cup 2015-2016. Jasna , Slovakia. 7/3/2016. Lara Gut (Svi) Ladies's giant slalom Pentaphoto Alessandro Trovati.
Ski World Cup 2015-2016.
Jasna , Slovakia. 7/3/2016. Lara Gut (Svi) Ladies’s giant slalom
Pentaphoto Alessandro Trovati.

della nostra campionessa, al quarto posto. Ora, ha 27 punti di vantaggio su Fede.
Marta Bassino
deve ringraziare la sua prima manche di pregevole fattura. Nella seconda non è

Ski World Cup 2015-2016. Jasna , Slovakia. 7/3/2016. Marta Bassino (Ita) Ladies's giant slalom Pentaphoto Alessandro Trovati.
Ski World Cup 2015-2016.
Jasna , Slovakia. 7/3/2016. Marta Bassino (Ita) Ladies’s giant slalom
Pentaphoto Alessandro Trovati.

riuscita a fare la differenza, facendo segnare un tempo attorno alla quindicesima di manche. Comunque, niente da dire: è giovane e si farà, perché il talento è lì, si vede, dovrà solo esserne consapevole e tirarlo fuori al momento giusto. Non era nemmeno la sua pista questa, dove è stata premiata di più la potenza (Rebensburg docet). Esultiamo dunque, per la sua quinta posizione, la sua miglior eperformance in Coppa del Mondo. Che le piaccia Jasna lo si era capito già l’anno scorso quando si laureò campionessa mondiale junior di gigante. Irene Curtoni ha fatto

Ski World Cup 2015-2016. Jasna , Slovakia. 7/3/2016. Irene Curtoni (Ita) Ladies's giant slalom Pentaphoto Alessandro Trovati.
Ski World Cup 2015-2016.
Jasna , Slovakia. 7/3/2016. Irene Curtoni (Ita) Ladies’s giant slalom
Pentaphoto Alessandro Trovati.

un’ottima gara fino alle ultime 15 porte dove ha perduto un poco di quella fluidità che aveva contraddistinto la prima parte, condotta in maniera impeccabile. Davvero peccato, perché avrebbe potuto (e meritato) di scalare diverse posizioni. Aveva 6 decimi di vantaggio sulla Gagnon che fino a quel momento stava comandando la classifica, per poi perderne 79 nel tratto finale. Dalla 13esima è comunque salita fino alla nona. Brutta manche invece, per Manuela Moelgg (12esima)

Ski World Cup 2015-2016. Jasna , Slovakia. 7/3/2016. Manuela Moelgg (Ita) Ladies's giant slalom Pentaphoto Alessandro Trovati.
Ski World Cup 2015-2016.
Jasna , Slovakia. 7/3/2016. Manuela Moelgg (Ita) Ladies’s giant slalom
Pentaphoto Alessandro Trovati.

che era stata invece molto brava nella prima.
Ha invece faticato Mikaela Shiffrin che ha perduto lo smalto tra le porte larghe, ma c’è da

Ski World Cup 2015-2016. Jasna , Slovakia. 7/3/2016. Mikaela Shiffrin (Usa) Ladies's giant slalom Pentaphoto Alessandro Trovati.
Ski World Cup 2015-2016.
Jasna , Slovakia. 7/3/2016. Mikaela Shiffrin (Usa) Ladies’s giant slalom
Pentaphoto Alessandro Trovati.

apirla, ci mancherebbe! Non è mai riuscita a entrare “in partita”: troppo agganciata agli spigoli e schiacciata all’altezza del palo. Ha concluso in 14esima posizione, dietro alla svedese Pietiale-Holmner.
Da segnalare l’ottima performance della francesina ventiquattrenne Coralle Frasse Sombet, la migliore delle giovani leve della compagine transalpina al suo migliore risultato in carriera in Coppa del mondo. E poi, stare davanti alla capitana Tessa Worley è una bella soddisfazione. Ha tenuto la testa fino alla discesa della norvegese Ragnhild Mowinckel, a suo agio, quando ci sono tracciati veloci. Da segnalare anche la prova della govane canadese (classe ’94) Candace Crowford, scesa per prima nella seconda manche: nella second pare di pista ha creato davvero la differenza dando mezzo secondo a diverse atlete. Ci ha pensato l’elvetica Simone Wild, 24^ a metà gara, a toglierle la leadership provvisoria.

La classifica generale di Coppa vede lara Gut davanti con 263 punti di vatnaggio sulla Rebensburg (Vonn è a -22, ma sappiamo che…). Federica brignone sale in sesta piazza con 695 punti.

Ranking

RANK BIB NAME NAT RUN 1 Rk1 RUN 2 Rk2 Pr TOTAL DIFF
1 2 BREM Eva-Maria

AUT

1:15.34 1 +1.69 25 2:30.60
2 4 REBENSBURG Viktoria

GER

+1.96 12 1:13.57 1 10 2:30.87 +0.27
3 1 BRIGNONE Federica

ITA

+1.11 3 +1.10 10 2:31.12 +0.52
4 3 GUT Lara

SUI

+0.74 2 +1.74 26 2 2:31.39 +0.79
5 8 BASSINO Marta

ITA

+1.80 7 +1.18 16 2 2:31.89 +1.29
6 23 GAGNON Marie-Michele

CAN

+2.33 14 +0.68 5 8 2:31.92 +1.32
7 25 MOWINCKEL Ragnhild

NOR

+2.47 17 +0.63 3 10 2:32.01 +1.41
8 26 BRUNNER Stephanie

AUT

+1.89 9 +1.25 18 1 2:32.05 +1.45
9 17 CURTONI Irene

ITA

+2.07 13 +1.13 14 4 2:32.11 +1.51
10 14 HANSDOTTER Frida

SWE

+1.65 5 +1.56 20 5 2:32.12 +1.52
11 6 DREV Ana

SLO

+1.67 6 +1.61 22 5 2:32.19 +1.59
12 13 MOELGG Manuela

ITA

+1.90 10 +1.56 20 2 2:32.37 +1.77
13 15 PIETILAE-HOLMNER Maria

SWE

+2.33 14 +1.17 15 1 2:32.41 +1.81
14 11 SHIFFRIN Mikaela

USA

+1.91 11 +1.62 23 3 2:32.44 +1.84
15 5 WEIRATHER Tina

LIE

+2.34 16 +1.29 19 1 2:32.54 +1.94
16 38 FRASSE SOMBET Coralie

FRA

+2.65 21 +0.99 8 5 2:32.55 +1.95
17 7 LOESETH Nina

NOR

+1.55 4 +2.11 27 13 2:32.57 +1.97
18 29 KLING Kajsa

SWE

+2.55 20 +1.12 13 2 2:32.58 +1.98
19 18 BARIOZ Taina

FRA

+2.84 23 +1.07 9 4 2:32.82 +2.22
20 39 WILD Simone

SUI

+3.06 24 +0.86 7 4 2:32.83 +2.23
21 42 MASSIOS Marie

FRA

+2.82 22 +1.24 17 1 2:32.97 +2.37
22 50 TRUPPE Katharina

AUT

+2.49 18 +1.63 24 4 2:33.03 +2.43
23 35 CRAWFORD Candace

CAN

+3.99 30 +0.27 2 7 2:33.17 +2.57
24 41 SCHNEEBERGER Rosina

AUT

+3.64 28 +0.64 4 4 2:33.19 +2.59
25 31 LAVTAR Katarina

SLO

+3.40 26 +1.11 11 1 2:33.42 +2.82
26 51 ROBNIK Tina

SLO

+3.68 29 +0.85 6 3 2:33.44 +2.84
27 22 BAUD MUGNIER Adeline

FRA

+3.59 27 +1.11 11 2:33.61 +3.01
28 10 WORLEY Tessa

FRA

+2.53 19 +2.83 28 9 2:34.27 +3.67
27 THALMANN Carmen

AUT

+3.08 25 DNF
16 HOLDENER Wendy

SUI

+1.85 8 DNF

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment