Gare

GS Kranjska G.: Brignone finalmente! Vince Shiffrin ma l’Azzurra è seconda

GS Kranjska G.: Brignone finalmente! Vince Shiffrin ma l’Azzurra è seconda.
Finalmente Federica Brignone! Non è vittoria perché oggi Mikaela Shiffrin aveva troppa voglia di andare a prendere Lindsey Vonn, ma la piazza d’onore toglie la “sfiga” per dirla a suo modo, che l’aveva vista per tre volte al quarto posto.

Spaventosa la seconda di Mikaela che vince con 77 centesimi di vantaggio segnando il miglior tempo anche nel secondo round. Federica non ha sciato come nella prima manche commettendo qualche sbavatura, ma oggi, sarebbe stato comunque difficile stare davanti a The Queen!

La solita Petra Vlhova (4a) delle seconde manche in modalità recupero, ma non è bastato per cogliere il podio perché ne aveva sei davanti e tutte di altissimo livello. Ce l’ha fatta con Sara Hector ma la svedese è diversa da quella dell’anno scorso perché la sua curva è troppo lunga e finisce dietro anche alla norvegese Mina Fuerst Holtmann. Poi è arrivata Lara Gut-Behrami (3a) che esegue lo stesso identico tempo di manche. Si ritroveranno entrambe davanti al pettorale rosso di Marta Bassino (5a) che per la prima volta non prende il podio per soli 19 centesimi!

Cede anche Valerie Grenier (6a) che combina un pasticcio sul finale. probabilmente ha voluto prendersi troppi rischi, ma d’altra pare per prevalere con un livello così alto se non le provi tutte finisci comunque lontana.

Elisa Platino è da applaudire. 23esima ieri, 16esima oggi, una uno-due che segna la sua carriera. 12 le posizioni guadagnate e miglior risultato della carriera. Elisa, 23 anni dei Carabinieri, è una combattente e si affida molto alla grinta ma senza esagerare con quell’aggressività che spessa manda il motore fuori giri. E sa ben destreggiarsi su diversi tipologie di tracciato. Oggi ha saputo superare i passaggi più insidiosi e a limitare i danni in un paio di occasioni quando ha allungato la linea. Il nono tempo di manche è utile per farle comprendere quanto possa essere competitiva. E se si gira indietro potrà notare come sia stata pià veloce di top player del calibro di Tessa Worley , Wendy Holdener e Ragnhild Mowinckel! Primo obiettivo abbassare quel 43 di pettorale che di certo non aiuta e qui ci siamo!

Marta Bassino con 425 punti, mantiene il pettorale rosso di leader con 25 punti di vantaggio su Mikaela Shiffrin. Poi Gut-Behrami, Vlhova e Brignone che è quinta con 304 punti

La Classifica

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment