Gare

GS Kranjska Gora: Kristoffersen firma una splendida doppietta

GS Kranjska Gora: Kristoffersen firma una splendida doppietta
Fino a 7 porte dal traguardo marco Marco Odermatt era nettamente in vantaggio. Poi è bastato un errorino nel finale per ottenere il peggiore risultato di stagione in gigante: terzo!

Eccezionale ieri, bravissimo oggi, e chi se non Henrik Kristoffersen che ottiene un meritato bis sulle nevi slovene di Kranjska Gora. È suo anche il miglior tempo di manche. Alle sue spalle il miglior risultato di sempre di Stefan brennsteiner.

È una prova stupenda quella dell’austriaco  che riesce a infilare due manche al top di fila.Il norvegese Braathen finsce ai pedi del podio, mettendosi davanti ad Alexander  Schmid che non tiene alta la tensione come nella prima che aveva concluso al secondo posto..

Ancora una testimonianza di crescita tecnica in gigante di Atle Lie McGrath (ottavo) 14esimo a metà gara, ma ampiamente entrato i migliori 10. Il tutto suona come una prenotazione al top per la prossima stagione.

Alle sue spalle Loic Meillard che non è riuscito a ripetere la manche clamorosa di ieri che lo ha portato al quarto posto.

Dopo l’elvetico c’è Luca De Aliprandini che ha sciato bene come nella prima manche ma senza errori. Non ha fatto il tempo utile per recuperare posizioni perché occorreva essere un po’ più leggeri nella seconda parta. invece il gigantista trentino non ha cambiato modalità rispetto al muro portandosi dietro qualche decimo di troppo.

Rimane quarto nella classifica di specialità e il sogno di salire sul terzo gradino del podio alle finali rimane acceso con una flebile fiammella. Decimo nella prima, decimo anche nella seconda e decima è anche la posizione che non ha mai superato quest’anno Luca. Davanti a lui, Odermatt a parte, ci sono Kristoffersen e Feller che ha 53 punti in più dell’Azzurro! Con Pinturault quinto a 13 punti dall’Azzurro.

Finalmente una bella manche di Giovanni Borsotti che attacca come sempre, ma questa volta la sua grinta sempre elevata non crea danni.

Anzi, gli permette di recuperare 9 posizioni finendo in 19esima posizione che rimane la seconda prestazione della stagione per il Carabiniere classe ’90, con un dei migliori riscontri cronometrici di manche.

L’oscar delle terze linee finisce nelle mani del britannico Charlie Raposo. Partito col pettorale 55, si è qualificato col 23esimo tempo. Impresa che poi ha ribadito anche nella seconda recuperando altre sette posizioni con sfiorando la top 15.

LA CLASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment