Gare

Gs Sölden: Brignone partenza a razzo

È partita col numero uno dunque con tutte le incognite del caso quando ci sono condizioni meteo difficili. In effetti l’azione di Federica Brignone è sembrata inizialmente un po’ impacciata, ma poi anche tutte le altre hanno imitato quella sciata un po’ in difesa. Il motivo? Scarsa visibilità e un muro davvero micidiale.

 

Fede ha saputo accarezzarlo con divina bravura e un senso tattico di grande intelligenza. È il bello è che non ha dovuto impegnarsi più di tanto: lei scia così, per istinto per dono naturale. Rebensburg (+ 24) le è stata davanti fino al pianoro finale che ha affrontato con meno velocità. Ha perso lì. Poi tutte le migliori più o meno sullo stesso piano (terza Tessa Worley + 40) tranne Shiffrin (+60) che sul muro ha tirato qualche grattata di troppo. Purtroppo è uscita Marta Bassino a inizio muro. Classico errore di eccessiva inclinazione. Capita. Ora la parola alla seconda manche. Fede ha un discreto vantaggio ma è inseguita dalle top di specialita. Sarà una gara emozionante

CLASSIFICA 1a Manche (dopo le prime 30)

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment