Gare

GS Squaw Valley: la magia di Federica Brignone

Strepitosa Federica Brignone che disegna una delle sue manche più belle in carriera. Purtroppo una prima manche non al massimo delle sue possibilità l’aveva costretta a chiudere quarta a 99 centesimi da Mikaela Shiffrin che ha saputo difenderne 92 vincendo con 7 centesimi di vantaggio.

Mikaela Shiffrin

Possiamo parlare di sfortuna oppure no, ma rimane una performance davvero incredibile da parte di Federica. L’unica, su una neve un po’ cotta a realizzare un tempo simile soltanto alle prime scese. La stessa Shiffrin ha realizzato il 14esimo tempo e Tessa Worley addirittura il 26esimo, ma in grado di classificarsi al terzo posto. Grandiosa anche Manuela Moelgg, quarta a 1″03 da Shiffrin, a 17/100 dal podio.

Tessa Worley
Manuela Moelgg

Le altre Azzurre:
Un po’ sfortunata Sofia Goggia  che a meta manche è entrata secca su un palo, un errore che le ha fatto perdere un bastoncino a discapito dell’equilibrio che in questi casi viene meno.

Sofia Goggia

Settima dopo la prima manche ha mantenuto la sua posizione. Purtroppo un grave errore ha fatto crollare le quotazioni di Marta Bassino che ha sprecato la sua magnifica prima manche. Dopo aver dissipato tutto il vantaggio alla decima porta, si è deconcentrata e ha rischiato di uscire a tre porte dal traguardo, precipitanto in nona posizione.

Marta Bassino

Buona la seconda manche di Irene Curtoni che ha saputo cambiare atteggiamento rispetto alla prima manche, potendo sfruttare anche la pista liscia partendo per prima. Il grande ritardo accumulato nel primo tempo non le ha permesso però di recuperare tante posizioni come avrebbe meritato il suo gran tempo, risultayo il terzo di manche:  ventunesima . Tra le atlete che è riuscita a mettersi dietro anche la sorella Elena, partita bene ma poi sempre a ricercare la linea senza i dovuti anticipi.

Da sottolineare il miglior tempo della giovane austriaca Elisabeth Kappaurer, 26esima a metà gara, rimasta in testa per un bel po’, fino alla discesa della norvegese Mowinckel che era sedicesima.
Nella classifica generale di Coppa, Shiffrin ha ora 278 punti di vantaggio su Ilka Stuhec e 400 su Sofia Goggia che supera Lara Gut. Federica brignone sale al sesto posto a +668 punti. La perfromance dell’americana tiene aperta la classifica di specialità: Worleu tiene la testa con 80 punti su Shiffrin. Per il terzo posto, che sarebbe anche meritato, in ballo ci sono Goggia, Bassino e Brignone, anche se Lara Gut è attualmente terza con 35 punti su Sofia 66 su Marta e 90 su Federica

Ranking

RANK BIB NAME NAT RUN 1 Rk1 RUN 2 Rk2 Pr TOTAL DIFF
1 7 SHIFFRIN Mikaela

USA

1:08.75 1 +0.99 14 2:16.42
2 3 BRIGNONE Federica

ITA

+0.99 4 +0.07 2 2 2:16.49 +0.07
3 4 WORLEY Tessa

FRA

+0.20 2 +1.65 26 1 2:17.28 +0.86
4 14 MOELGG Manuela

ITA

+1.17 5 +0.85 11 1 2:17.45 +1.03
5 2 DREV Ana

SLO

+1.17 5 +0.86 12 2:17.46 +1.04
6 6 REBENSBURG Viktoria

GER

+1.52 9 +0.56 9 3 2:17.51 +1.09
7 5 GOGGIA Sofia

ITA

+1.18 7 +1.04 15 2:17.65 +1.23
8 8 BRUNNER Stephanie

AUT

+1.20 8 +1.20 20 2:17.83 +1.41
9 1 BASSINO Marta

ITA

+0.55 3 +2.15 29 6 2:18.13 +1.71
10 10 MOWINCKEL Ragnhild

NOR

+2.43 16 +0.46 6 6 2:18.32 +1.90
11 9 KIRCHGASSER Michaela

AUT

+1.72 11 +1.19 18 2:18.34 +1.92
12 12 VLHOVA Petra

SVK

+1.62 10 +1.34 22 2 2:18.39 +1.97
13 16 HOLDENER Wendy

SUI

+1.78 12 +1.19 18 1 2:18.40 +1.98
14 11 GAGNON Marie-Michele

CAN

+2.20 15 +1.16 17 1 2:18.79 +2.37
15 19 HECTOR Sara

SWE

+2.15 14 +1.48 23 1 2:19.06 +2.64
16 41 KAPPAURER Elisabeth

AUT

+3.65 26 1:06.68 1 10 2:19.08 +2.66
17 18 WILD Simone

SUI

+3.06 18 +0.77 10 1 2:19.26 +2.84
18 25 MEILLARD Melanie

SUI

+3.50 23 +0.38 4 5 2:19.31 +2.89
19 13 WEIRATHER Tina

LIE

+2.00 13 +1.92 28 6 2:19.35 +2.93
20 30 ROBNIK Tina

SLO

+3.59 24 +0.38 4 4 2:19.40 +2.98
21 23 CURTONI Irene

ITA

+3.77 30 +0.23 3 9 2:19.43 +3.01
22 33 MCJAMES Megan

USA

+2.53 17 +1.57 25 5 2:19.53 +3.11
22 22 FRASSE SOMBET Coralie

FRA

+3.24 21 +0.86 12 1 2:19.53 +3.11
24 39 RIIS-JOHANNESSEN Kristina

NOR

+3.72 28 +0.48 8 4 2:19.63 +3.21
24 24 TRUPPE Katharina

AUT

+3.73 29 +0.47 7 5 2:19.63 +3.21
26 26 CURTONI Elena

ITA

+3.18 20 +1.29 21 6 2:19.90 +3.48
27 38 TOMMY Mikaela

CAN

+3.68 27 +1.09 16 2:20.20 +3.78
28 28 PIETILAE-HOLMNER Maria

SWE

+3.09 19 +1.79 27 9 2:20.31 +3.89
29 34 HAUGEN Kristine Gjelsten

NOR

+3.63 25 +1.48 23 4 2:20.54 +4.12
29 SCHILD Bernadette

AUT

+3.40 22 DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment