Gare

Head con Pintu, ora è ufficiale

Mancava soltanto il comunicato ufficiale perché già si sapeva da tempo che tra Head e Alexis Pinturault si era costruito un „Sì“! Si presume sia l’ultino fuoco d’artificio da parte della scuderia di Johan Eliasch che ha completato quest’anno una formazione praticamente imbattibile. Cioè, ancora più imbattibile della scorsa stagione: oltre a Bode Miller, Ted Ligety, Aksel Lund Svindal, Matthias Maier, solo per citare i più celebrati, si sono aggiunti Andre Mhyrer, Adrien Theaux e Alexis (sempre per citare i top). 

Così, Alexis, dopo 4 anni assieme a Salomon, appronda nella Casa degli Dei, dopo aver effettuato diversi test appena termionata la Coppa del mondo, conclusa al terzo posto con 1.028 punti, alle spalle di Svindal (1.091) e del vincitore Hirscher (1.222), con trte vittorie (superG. SuperK e slalom), 4 secondi posti (3 in gigante e una in superK e un terzo in gigante.

In totale il 23enne di Moutiers, ma residente a Courchevel, ha collezionato finora 7 vittorie in Coppa, 10 secondi posti e 5 terzi posti, per un totale di 22 podi. A questi successi bisogna aggiungere il bronzo concuistato in gigante ai Giochi Di Sochi e due ori ai Mondiali Junior sepre tra le porte larghe (2009 e 2011).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

HEAD CEO Johan Eliasch – si legge nel comunicato – è molto soddisfatto nell’annunciare questa unione: “La decisione di Alexis di unirsi al team degli HEAD World Cup Rebels e una testimonianza eccezionale che i nostri prodotti non sono secondi a nessuno. Ora attendo l’inizio della stagione per vedere Alexis competere con HEAD.”

Pinturault si unisce ai suoi compatrioti Adrien Theaux, Johan Clarey, Cyprien Richard e Mathieu Faivre nell’utilizzo di sci, attacchi e scarponi HEAD.


About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment