Gare

Il capolavoro dello slittino Azzurro

Ivan Nagler, Fabian Malleier, Andrea Voetter e Dominik Fischnaller compiono un’impresa da raccontare. Quello che i quattro atleti italiani hanno fatto a Oberhof è un vero capolavoro. Solo così si può descrivere l’aver battuto la grande Germania nella staffetta di slittino artificiale, sulla loro pista,. Questo va al di là di ogni immaginazione, anche perché oggi la gara non era valida soltanto come tappa di Coppa del mondo, ma anche per i campoionati europei. Gli azzurri, dunque, vincono a sorpresa il titolo continentale.

Non bisogna andare troppo in là nel tempo per trovare un altro successo nel team relay perché gli stessi quattro che hanno vinto oggi, l’avevano fatto anche a Königssee nella passata stagione. La differenza, semmai, è che la Germania in quell’occasione fu squalificata, qui è stata battuta semplicemente perché l’Italia si è dimostrata più forte. Andrea Voetter, partita per prima nella staffetta, ha conservato il miglior tempo finché non è andata in pista Natalie Geisenberger, che però le è finita davanti poco più di un decimo, non tantissimo. Infatti Johannes Ludwig, il leader di Coppa del mondo di singolo maschile che non ha più lo smalto di inizio stagione, ha dilapidato tutto il vantaggio con un tempo di oltre due decimi inferiore a quello di Dominik Fischnaller. A quel punto toccava al doppio Wendl/Arlt che riusciva a recuperare solo 5 centesimi alla coppia formata da Ivan Nagler e Fabian Malleier.

Qui è esplosa la felicità dei quattro azzurri, che erano già estremamente soddisfatti dopo aver visto arrivare dietro squadroni come Lettonia (terza), Austria e Russia, oro iridato solo 14 giorni fa. A una settimana dal trionfo di Sandra Robatscher ad Altenberg nel singolo femminile, l’Italia porta dunque a casa un altro meraviglioso successo: per il direttore tecnico Armin Zöggeler una gioia enorme.

Ordine d’arrivo staffetta a squadre Cdm/Campionati europei Oberhof (Ger)
1. ITALIA (VOETTER Andrea/FISCHNALLER Dominik/NAGLER Ivan-MALLEIER Fabian) 2:22.827
2. GERMANIA (Geisenberger/Ludwig/Wendl-Arlt) +0.116
3. LETTONIA (Cauce/Kivlenieks/Sics-Sics) +0.429
4. AUSTRIA +0.801
5. RUSSIA +0.837
6. USA +0.839
7. CANADA +1.593
8. POLONIA +1.876
9. UCRAINA +2.437

da fisi.org

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.