Gare

Il cuore di Hirscher dentro gli sci

 NELLE ULTIME DUE STAGIONI MARCEL HIRSCHER HA VINTO L’ORO AI MONDIALI, L’ARGENTO AI GIOCHI OLIMPICI DI SOCHI 2014, DUE VOLTE LA COPPA DEL MONDO "OVERALL" E LA SFERA DI CRISTALLO DELLO SLALOM. ORA SARÀ IL PRIMO ATLETA NEL MASSIMO CIRCUITO DELLO SCI A UTILIZZARE PRODOTTI DA LUI STESSO MESSI A PUNTO E SVILUPPATI IN STRETTA COLLABORAZIONE CON ATOMIC. PRESTO QUESTA "SERIE" SARÀ DISPONIBILE PER IL PUBBLICO

 

Marcel Hirscher ha usato tutta la sua conoscenza e la sua esperienza, accumulate in oltre a 10.000 curve tra i pali ogni anno, per creare lo sci da slalom speciale che tutto il mondo aspettava: il nuovo Atomic Redster FIS SL Men. E il design di questa nuova Icon Series II è unico almeno quanto colui che l’ha creato.

Marcel Hirscher: "Far nascere uno sci è un lavoro di squadra. C’è un intero gruppo di esperti che cerca la risposta migliore a una sola domanda… come possiamo raggiungere l’equilibrio migliore tra stabilità e performance esplosive?". I risultati di Hirscher in slalom negli ultimi due anni ha fatto credere che il Team Racing Atomic avesse già trovato la risposta nella Icon Series I. Già perché il suo atleta di punta in 22 slalom in cui ha gareggiato (compresi i City Events) ha colto 19 podi, Oro Mondiale, Argento ai Giochi Olimpici; poi ancora vittoria per due stagioni consecutive della Coppa del Mondo, sia generale sia di slalom. Ciononostante, come dice lui: "I nuovi modelli della Icon Series II sono, tecnologicamente parlando, un altro passo avanti. E non è nello stile di Atomic dire… finché tutto va bene lasciamo le cose come stanno".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL NUOVO SCI DI HIRSCHER: LA MOTIVAZIONE ATTRAVERSO IL DESIGN

Il tre volte vincitore della Coppa del Mondo Marcel Hirscher non ha sviluppato solo la struttura interna della Icon Series II, ma ha messo mano anche al design: "È stato un altro esaltante processo creativo con le menti più brillanti di Atomic, dai primi schizzi al design definitivo che riflette il mio ambiente e la mia realtà. Do molta importanza al look. In seggiovia, sulle piste, e speriamo di nuovo sul podio, tengo gli sci costantemente in vista. Un bel design è motivante per me".

Appena Marcel partirà con i suoi nuovi sci nella prima gara di Coppa del Mondo, la Icon Series II verrà lanciata in edizione limitata nei negozi, insieme a una serie di modelli Junior per i giovani atleti, di ogni età.

 

 

 




 

 

SCEGLIERE REDSTER: L’ATTREZZATURA DEL TRE VOLTE VINCITORE DI COPPA DEL MONDO

Marcel Hirscher è un atleta Atomic dalla testa ai piedi e affida la sua sicurezza solo ad Atomic, leader mondiale del settore. In gara indossa il casco Troop SL, che si abbina perfettamente al design dei nuovi sci MH Icon Series II. Hirscher ne apprezza l’ottima ventilazione perché: “per la concentrazione, tenere fresca la testa è più importante di quanto sembra”. Per una visuale perfetta, Hirscher corre con la nuova maschera Atomic Revel3 M Racing la quale, grazie alla Live Fit Technology, si adatta perfettamente ai contorni del suo viso, mentre la doppia lente sferica specchiata ZEISS (leader mondiale nel settore) offre un ampio campo visivo, anche in controluce, ma sono disponibili anche lenti per condizioni di luce scarsa. Tutte le soluzioni sono antinebbia, antigraffio e, cosa fondamentale afferma Marcel: "intercambiabili nel giro di pochi secondi".


IL REDSTER WC 170 LIFTED DI ATOMIC: ACCELERAZIONE AI PIEDI
Quest’inverno ai Mondiali Marcel Hirscher porterà con sé un arsenale di circa 100 paia di sci, scelti tra un migliaio di paia dopo una lunga serie di test tenuti durante gli allenamenti. Oltre alla Icon Series II per lo slalom, Marcel correrà con i modelli Redster Doubledeck in Slalom Gigante, Super-G e Discesa Libera. Ogni singolo sci è stato scelto a mano e preparato per dare il massimo il giorno della gara. Lo scarpone Redster WC 170 Lifted è la "centralina" di controllo: la Carbon Spine "ultrarigida" procura un trasferimento integrale della potenza e un’ottima tenuta laterale. E i Flex Frames intercambiabili in 3 diverse durezze gli permettono di adattarsi a una grande varietà di condizioni.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment