Gare

Il ds Massimo Rinaldi. “Ora sotto con le Olimpiadi”

Massimo Rinaldi, direttore sportivo delle squadre di sci alpino, commenta una stagione indimenticabile di Coppa del mondo che è diventata ancora più importante con la tripletta nel gigante femminile delle finali di Aspen. “Sono particolarmente fiero per quanto sono stati capaci di realizzare i ragazzi – spiega il tecnico bormino –, ringrazio la Federazione per avere supportato e condiviso i nostri progetti in questi 3 anni in cui mi è stato affidato questo incarico. I risultati sono stato ottenuti da atleti molto preparati e da uno staff che lavora coeso e con obiettivi comuni e i piazzamenti nelle classifiche per nazioni sono figli della qualità del lavoro svolto da entrambi i settori, che hanno fruttato la bellezza di 43 podi, il terzo posto di Goggia in classifica generale, la vittoria di Peter Fill nella classifica di discesa maschile e i sei podi complessivi nelle graduatorie di specialità. La prossima sfida per il futuro sarà quella di mantenere questi alti livelli e necessiterà di maggiore impegno e cura nei dettagli, personalizzando i programmi proprio in previsione delle Olimpiadi del prossimo anno“.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment