Gare

Il ritorno della “Stelvio”

E’ stata presentato oggi sul “tetto” della regione Lombardia, il ritorno in Coppa del Mondo della pista Stelvio. Giovedì 28  dicembre è prevista la discesa libera, mentre venerdì si procederà con la combinata, discesa più slalom. L’evento è però andato oltre all’appuntamento di Coppa, che ritorna dopo il 29 dicembre del 2013, quando vinse Aksel Lund Svindal. E’ stata i fatti l’occasione per ricordare l’impegno di Cancro Primo Aiuto (www.cpaonlus.org), rappresentato qui da Omar Galli, team manager e dal Presidente Antonio Bartesaghi. Il ricordo è andato a Walter Fontana, cui è intitolato il trofeo della discesa, uno dei fondatori della Onlus e uomo di spessore immenso. La parte sportiva è stata descritta naturalmente da Maurizio Gandolfi e da Carmelo Ghilardi, in rappresentanza della Fisi, considerando che Flavio Roda era impegnato a Roma per la riunione degli Stati Generali dello Sport.

Il tavolo dei relatori

Ha chiuso la conferenza il Vice Presidente della Regione Fabrizio Sala. Per tutti il leit motive dell’incontro è stato uno solo: la Coppa del mondo di sci alpino non può non passare dalla Lombardia (la Regione ha impegnato 300 mila euro), punto e basta. “In questo il Presidente Maroni è stato categorico!” ha concluso Sala. Limate le controversie locali, e dopo aver passato il testimone alla pista Compagnoni di Santa Caterina per tre stagioni, ecco che si ritorna nella capitale della Valtellina. “Anche perché – ha ricordato Valentino Giacomelli, AD della società impianti, questa occasione ci dà la possibilità anche di aumentare le strutture per i turisti. Al 2000 stiamo finendo di costrutire un grande parco giochi per i bambini, ma le migliorie sono diverse, come il progetto di un immenso snowpark”. Gandolfi dice che la situazione neve potrebbe anche essere migliore, ma nel giro di 10 giorni si conta di arrivare già a un buon punto. Quella naturale arrivata è servita molto per coprire la parte alta, ma quello che preoccupa di più è la parte conclusiva che soffre maggiormente il caldo.
Oltre alla Coppa del Mondo, è stato ricordato che il 30 dicembre, in notturna, ci sarà lo slalom maschile e femminile dei Campionati Italiani Assoluti. Bormio ospiterà anche gli Italiani di Short Track a marzo, la Coppa Europa di Freestyle (marzo) e una prova di Coppa del Mondo di sci d’erba a settembre.

La conferenza stampa si è tenuta all’ultimo piano del Palazza della Regione Lombardia. Uno spettacolo!

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment