Gare

Innerhofer “Discesa corta? Nessuna differenza!”

Mentre un po’ tutti i discesisti maledicono la combinata olimpica per come si è configurata, Christian Innerhofer non trova scuse e più che altro attribuisce le responsabilità del risultato allo slalom. Queste le sue parole incalzato da Ninna Quario al traguardo: “Guardate la classifica, ho preso più di tre secondi, anche con la discesa regolare, con partenza dal top, non sarebbe cambiato granché. Io ci credevo e ci ho provato, ma in slalom non ho mai avuto un buon feeling. Non è stato un problema di pista o di tracciato ma di neve: era scalinata, lo sci mi sbatteva e non sono mai riuscito a spingere, totalmente in balia. Se poi ci metti che ho poco allenamento tra i rapid gates e disabitudine in generale alla specialità, figuriamoci quando poi incontri queste situazioni. Tra i discesisti non me la sono cavata nemmeno così male, diciamo che non ho fatto pena, ma alle Olimpiadi si sa, contano solo le medaglie“.
Ora si pensa ora alla discesa…
Sono tranquillo. Ora le condizioni della pista di gara sono buone ma chissà cosa troveremo giovedì. Domani prevedono anche un po’ di neve…

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment