Gare

Innerhofer, l’infortunio sembra serio

Ieri aveva leggermente criticato lo stato della pista Vertigine, quella realizzata da poco in virtù dei Mondiali 2021, ritenendola un po’ troppo facile. Logico, neve morbida di fine stagione e tracciatura easy considerando il livello dei partecipanti, sicuramente inferiore rispetto a quello di un Mondiale o di una gara di Coppa del Mondo. Sarà anche facile ma le insidie però non sono mancate, considerando che sul salto, anche se oggi era meno impegnativo di ieri, Innerhofer è atterrato nella zona di compressione col peso forse un po’ sbilanciato, sul terreno morbido ed è uscito dal percorso nella curva successiva. Ha recuperato il traguardo sulle sue gambe, ma dallo sguardo e dalle smorfie di dolore si era subito intuito che qualcosa non quadrava. Ebbene, non vi è ancora nulla di ufficiale, ma c’è il sospetto che il crociato del ginocchio sinistro di Inner si sia lesionato. Probabilmente l’atterraggio è stato troppo violento per le sue giunture. Attendiamo la risposta dei consulti medici che il campione di Gais effettuerà quanto prima

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment