Gare

Johanna Schnarf non rinuncia alla discesa

Per qualcuno è una follia, ma per Johanna Schnarf si può fare: la discesista azzurra fa parte del quartetto che domani cercherà di conquistare una medaglia mondiale. Non ci sarebbe niente di strano se non ricordassimo che una settimana fa l’altoatesina ha subito in allenamento in Val Sarentino una lussazione clavicolare, il che ha previsto un’operazione che seppur poco invasiva, prevede sempre tempi di recupero non certo di pochi giorni. Jojo ha però voluto essere qui a tutti i costi e dopo aver preso parte alle prima prova rimediando oltre 8 secondi di ritardo,  nella seconda ha concluso riducendo questo gap della metà. Il problema è che la spalla è semi-bloccata da un tutore, primo perché non riesce a muovere il braccio, secondo per evitare di avvertire dolore nelle sollecitazioni. Comunque sia il posto era suo e non ha voluto mollare l’osso. In panchina c’era Elena Curtoni pronta a scendere in pista, ma Jojo è convinta di farcela, per cui… Affiancherà le altre tre discesiste designate: Sofia Goggia, Verena Stuffer ed Elena Fanchini
La partenza è prevista alle ore 12:00. nebbia permettendo

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment