Gare

La Coppa non sfugge a Michela Moioli

E’ durata un quarto d’ora la paura di Michela Moioli di perdere la Coppa del mondo di snowboardcross. La ventenne bergamasca di Alzano Lombardo, leader della classifica generale alla vigilia dell’ultima tappa di Baqueira Beret, è stata eliminata sorprendentemente in semifinale dopo avere mostrato grande sicurezza sia nelle qualificazioni del mattino sia nella run dei quarti di finale, chiudendo al quinto posto grazie al successo ottenuto nella small final. Michela ha dovuto attendere la big final che vedeva impegnata Eva Samkova, unica avversaria in grado di toglierle lo scettro di regina. Alla ceca serviva un successo per scavalcarla al primo posto, ma fortunatamente è stata superata dall’australiana Belle Brockhoff, che di fatto ha consegnato la coppa all’azzurra.

E’ la prima volta nella storia che un’italiana raggiunge un traguardo tanto ambizioso: la stessa Michela fu terza nel 2015 e terza nel 2013, mentre Carmen Ranigler si classificò seconda nel 2000 e terza nel 2005, il suo risultato è figlio della grande costanza di risultati ottenuta nel corso della stagione, in cui non è mai andata oltre il sesto posto, mettendo in carniere una vittoria (a Veysonnaz) e cinque podi complessivi. Al via era presente anche Raffaella Brutto, alla fine quattordicesima, mentre la gara maschile è stata vinta dall’altro australiano Alex Pullin sul canadese Kevin Hill e lo spagnolo Lucas Eguibar, tutti fuori al primo turno gli azzurri che avevano superato le qualificazioni: Michele Godino, Luca Matteotti, Lorenzo Sommariva, Omar Visintin ed Emanuel Perathoner. La graduatoria è stata vinta da Pierre Vaultier su Alenxader Haemmerle e Lucas Eguibar, con Omar Visintin decimo.

Ordine d’arrivo SBX femminile Baqueira Beret (Spa):
1 BROCKHOFF Belle     AUS
2 SAMKOVA Eva     CZE
3 TRESPEUCH Chloe     FRA
4 MOENNE LOCCOZ Nelly     FRA
5 MOIOLI Michela     ITA
6 JACOBELLIS Lindsey     USA
7 GULINI Faye     USA
8 CRITCHLOW Tess     CAN

14 BRUTTO Raffaella ITA

Ordine d’arrivo SBX maschile Baqueira Beret (Spa):
1 PULLIN Alex      1987      AUS                   1000.00
2 HILL Kevin      1986      CAN                   800.00
3 EGUIBAR Lucas      1994      SPA                   600.00
4 VAULTIER Pierre      1987      FRA                   500.00
5 HERNANDEZ Regino      1991      SPA                   450.00
6 HAEMMERLE Alessandro      1993      AUT                   400.00
7 DEIBOLD Alex      1986      USA                   360.00
8 MOMONO Shinya      1992      JPN                   320.00
9 WILLIAMS Steven      1988      ARG                   290.00
10 KEARNEY Hagen      1991      USA                   260.00

24 GODINO Michele      1992      ITA                   70.00
27 MATTEOTTI Luca      1989      ITA       DNF            45.00
28 SOMMARIVA Lorenzo      1993      ITA       DSQ            40.00
31 VISINTIN Omar      1989      ITA       DNF            28.00
32 PERATHONER Emanuel      1986      ITA                   26.00
37 CORDI Fabio      1988      ITA        56.42            19.40

Da fisi.org

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment