Gare

La premiata coppia Lara Colturi – Dado Simonelli vince lo slalom al Pinocchio internazionale

La premiata coppia Colturi/Simonelli vince anche lo slalom al Pinocchio internazionale
Ancora loro, Lara Colturi e Edoardo “Dado” Simonelli insieme sul gradino più alto del podio. Si sono imposti questa mattina nello slalom del Pinocchio internazionale sulle nevi dell’Abetone.

Podio che si tinge ancora di più di Azzurro perché sul secondo gradino ci sale anche Giorgia Collomb e sul terzo Nadine Trocker del Seiser Alm.  Doppietta anche nel maschile con Alberto Landini dello sci club Abetone che è riuscito a risalire al terzo posto.

Lara ha fatto il miglior tempo in entrambe le manche, dimostrando ancora una volta di avere un passo in più rispetto a tutte. L’atleta del Golden ha concluso davanti al gioiellino del La Thuile Rutor con un vantaggio di +1″14.
È stata una sfida tutta italiana con Nadine Trocker terza a +2″70 quando aveva chiuso al sesto posto la prima manche. Grazie al secondo tempo nella run conclusiva è riuscita però a passare davanti a Rita Granruaz (Ski team Alta Badia) che conclude la festa Azzurra al quarto posto (+3″55). La prima straniera è la tedesca Charlotte Grandinger quarta a metà gara, brava a piazzarsi davanti alla slovena Alina Leskovec e alla polacca Nikola Komorowska.

Ludovica Righi (Edelweiss) aveva sbagliato troppo nella prima manche conclusa al ventesimo posto, poi col quinto tempo in quella conclusiva è riuscita a risalire fino alla nona posizione. È purtroppo uscita la quinta Azzurrina, Marta Giaretta (Falconeri) che, partita col decimo tempo, è uscita nella seconda manche. Alti i distacchi determinati soprattutto dalle condizioni della pista. Le prime a partire hanno goduto di un indubbio vantaggio.

Ha dovuto faticare un po’ di più Dado Simonelli che si trovava dopo la prima manche, a dover inseguire l’ungherese Milan Schneider e il polacco Stanislaw Sarzynski. Anche in questo caso la classifica aveva nettamente favorito i primi a partire. Dado è sceso col 17. Mentre Alberto Landini 8 numeri più tardi, bravissimo dunque a chiudere col sesto tempo. Poi, nella manche decisiva, con l’inversione dei pettorali, i valori in campo si sono aggiustati un po’. I primi due si sono persi: sesto l’ungherese, out il polacco. Dado ha invece ottenuto il secondo miglior tempo conquistando così la vittoria, davanti allo sloveno Niha Oserband, bravo anche lui a risalire dalla quinta piazza. 48 i centesimi tra loro, mentre Alberto Landini, terzo, ha pagato +1″12, nettamente davanti al croato Ziggy Vrdoljak (+1″63).

Cinque posizioni recuperate anche da Tomas De Ambrogio del Sauze, felice per il sesto posto, dietro al tedesco Marius Rohe, sceso con uno dei pettorali più alti. Così’ come David Castlunger dell’Alta Badia, autore di una seconda manche strepitosa, premiata col miglior tempo. Ma il distacco preso nella prima run non gli ha permesso di più dell’ottava posizione.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment