Gare

La Salle in festa per Federica Brignone

Una serata bellissima, gelida, termometro a meno dieci,  ma  scaldata dal calore dei concittadini della medaglia di bronzo olimpica in gigante. Accoglienza speciale con sfilata al fianco del sindaco di La Salle Loris Salice e del vice sindaco René Jacquemod e con la banda comunale fra due ali di bambini che sventolavano bandierine tricolori.  Presenti fra gli altri gli sci Club Courmayeur, Crammont e Chamole’.
Il presidente della regione Laurent Vierin, il consigliere Fisi Dante Berthod e il presidente Asiva Riccardo Borbey. Tantissimi poi gli amici, i tifosi, gli appassionati accorsi da tutta la Valdigne. Sullo schermo allestito nella piazza del centro, un anfiteatro naturale ideale per l’occasione, Sono state proiettate immagini della gara di Fede a Yongpyong e di tutte le sue vittorie in coppa. Momenti di grande emozione!


Poi Federica si è ricolta ai suoi fan: “Anche se sono nata a Milano, sento che questo è il mio luogo del cuore.  Qui sono cresciuta e qui amo tornare sempre. Ho anche comprato casa a La Salle proprio perché questo è il posto dove mi piace vivere.  Grazie a tutti e soprattutto a questi bellissimi bambini.  Continuate a sciare, a divertirvi e a provare emozioni. Come quelle che avete fatto provare a me in questa bella serata“.
Nello sci alpino è la seconda atleta a portare in Valle d’Aosta una medaglia olimpica. Prima di lei Giuliana Chenal Minuzzo bronzo in discesa libera a Oslo 1952 e bronzo in slalom gigante a Squaw Valley, 1960. Senza dimenticare la medaglia conquistata in Corea da un altro valdostano: Federico Pellegrino, argento conquistato nella sprint a tecnica classica.
Archiviata la festa Federica è già in pista questa mattina sulle nevi di Courmayeur (sessione di slalom) in vista delle gare di Crans Montana: superG e combinata nel week end

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment