Gare

La sicurezza di Marta Bassino e Giuliano Razzoli

Marta Bassino e Giuliano Razzoli si aggiravano per gli stand di Skipass inseguiti da Pietro Vitalini armato di cellulare al grido di: “Sicurezza!”. Non potevamo far finta di niente. Li abbiamo catturati, trascinati nel nostro stand e interrogati su cosa stesse accadendo.

Ne è nato un simpatico siparietto ma la notizia è tutt’altro che banale.

Si chiama ICE-KEY – In Case Of Emergency», un chip basato sulla tecnologia NFC, Near Field Communication, su cui è possibile (tramite un’App) caricare i dati personali, recapiti compresi, e medico sanitari di chi lo indossa.

I soccorritori, con uno smartphone dotato della tecnologia NFC, potranno così accedere a tutte le informazioni necessarie per un pronto e sicuro intervento medico. Soprattutto in caso di shock e di incoscienza, o anche semplicemente per ricongiungere l’atleta al proprio allenatore o genitore.

Con la sua esperienza di atleta d’eccellenza, consapevole dell’importanza di un efficace e veloce intervento a seguito di una caduta in gara o in allenamento, Pietro Vitalini ha recepito immediatamente il valore di questo sofisticato sistema per il mondo dello sport.

Da qui l’idea di applicare, senza costi aggiuntivi, il dispositivo «VITALINI SAFETY SYSTEM ICE-KEY», su tutte le tutine race della nuova collezione.

Per chi non indossa la tuta race sono disponibili altri dispositivi come stickers – da applicare sui caschi – o braccialetti in caucciù (qui a destra) a prezzi interessanti, si parte da 29,90 euro.

Il sistema è applicato anche sui capi dell’Esercito Italiano che Vitalini veste da diverse stagioni. Marta Bassino e Giuliano Razzoli, sono due tra i migliori alfieri dell’Esercitoin seno alla squadra Azzurra di sci alpino. Così si sono prestati per diffondere questo sistema davvero molto importante.

L’Ice-Key non è l’unico sistema individuato da Vitalini. Già lo scorso anno l’azienda valtellinese ha proposto lo SPEEDONE, un sopra tuta innovativo e geniale che offre il comfort ideale sia di movimento che di calore. Soluzione che Vitalini ha fornito ai nostrti super mini testatori che si sono adoperato per Sciare Skitest Junior

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.