Gare

L’argento della banda “LDLD”, in coro: “Che sogno vincere qui”

Il dopo staffetta mista ai Mondiali di Biathlon di Anterselva è anche l’argento della banda “LDLD” che in coro dice: “Che sogno vincere qui”.
LDLD come Lisa, Dorothea, Lukas e Dominik, o meglio Vittozzi, Wierer Hofer e Windisch, i quattro Azzurri che oggi hanno conquistato nell’opening, la prima medaglia.

Ecco allora le dichiarazioni degli azzurri dopo la splendida medaglia nella staffetta mista singola ai Mondiali di Anterselva.

Lisa Vittozzi: “Siamo stati veramente forti, non abbiamo sbagliato quasi nulla. Per raggiungere un risultato così prestigioso serviva una gara perfetta contro nazioni tutte di altissimo livello. Sono orgogliosa di far parte di questa squadra”.

Dorothea Wierer: “Non ho pensato alla medaglia, sono rimasta concentrata esclusivamente sulla mia gara. Sono super-contenta di come è andata. Avevo solo due ricariche a disposizione, la situazione era tutt’altro che facile. Nonostante questo sono riuscita a dare il cambio in seconda posizione contro una Tiril Eckhoff davvero forte sugli sci”

Lukas Hofer: “Siamo davanti ad un secondo posto fenomenale. Tutto è più bello per la presenza di questo pubblico in casa nostra. E’ tutto molto bello: conquistare una medaglia alla prima uscita è fantastico”.

Dominik Windisch: “Il mio sorriso dice tutto. Nella mia frazione sono stato testa a testa con Boe, ma non ho pensato al risultato. Ero focalizzato esclusivamente su me stesso per fare il meglio possibile. Questo secondo posto è fenomenale, il risultato è di altissimo livello. Sembra di essere in un sogno se consideriamo di essere sulla pista di casa. Da giorni speravo di arrivare negli ultimi 100 metri festante davanti al nostro pubblico”.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.