Gare

Lisa Vittozzi: argento e coppa!

Cosa deve fare di più quest’anno Lisa Vittozzi ancora non si sa, ma di fatto la biathleta friulana oggi ha segnato con una doppia firma la sua carriera. Non ha vinto l’oro, ma l’argento che ci regala una gioia immensa. Non è finita: la ceka Marketa Davidova non ha fatto una grande gara così Lisa è balzata in testa alla classifica di specialità, vincendola poiché nella finale di Olso questo format non ci sarà. Ce n’è ancora: con questo risultato rafforza la sua leadership nella classifica generale.
Una gara eccezionale quella di Vittozzi, costruita con grande intelligenza tattica, forzando il giusto ma senza fare follie o rischiare tutto. In questo format per ogni errore non c’è un giro di penalità ma un minuto in più, ecco che il poligono vale tutto o quasi.
A parità di zeri la svedese Hanna Oeberg è stata più rapida al tiro e sugli sci fino al quarto poligono. Poi hanno corso alla pari fino al traguardo. La medaglia di bronzo è andata al collo della francese Justine Braisaz brava a chiudere davanti alla fuoriclasse tedesca tedesca Laura Dalhmeier, mentre Dorothea Wierer ha combattuto come sempre, da leonessa, ma quei due errori commessi al secondo poligono le hanno precluso sogni di gloria. Ha concluso ottava a poco più di un minuto da Lisa considerando che complessivamente nel fondo è stata più veloce della compagna di squadra di 50 secondi.
Non è andata bene alle altre due Azzurre: Alexia Runggaldier ha chiuso a +6’5522 con soli tre errori al poligono. Significa che nel fondo ha avuto una regressione quasi incomprensibile. Nicole Gontier l’esatto contrario: molto fallosa al poligono con sei errori ma discreta nel fondo: 69esima a +7’36”.

Nella classifica generale di Coppa del Mondo (i Mondiali valgono anche per la Coppa), Lisa ora vola a 818 punti, 26 punti in più di Dorothea Wierer, mentre Anastasiya Kuzmina, oggi disastrosa (scarterà sicuramente questo risultato), è terza a 718 punti, uno in più della norvegese Marte Olsbu Roeiseland. La finlandese Kaisa Makarainen, male anche lei nell’individuale odierna, non ha più chance con 598 punti, 32 in più della vincitrice di oggi Hanna Oeberg.
Si consideri che nella classifica di Coppa della sprint a una gara dal termine (21 marzo Holmenkollen) Kuzmina è al comando con 311 punti tallonata da Lisa a 309 e Wierer a 300, mentre nella Pursuit (ultima gara il 23 marzo) Vittozzi è al comando con 301 punti, tre in più di Wierer, 32 di Roeiseland. Nella Mass start è in corsoa invece solo Dorothea che è quarta con 105 punti, contro i 127 di Fialkova, i 117 di Oeberg e i 108 di Kuzmina. Lisa è 14esima a 68 punti

Classifica di Specialità Individuale
1 Lisa Vittozzi ITA punti 140
2. Paulina Fialkova SVK punti 111
3. Marketa Davidova CZE punti 102

Classifica generale Coppa del Mondo
1 Lisa Vittozzi ITA punti 818
2. Dorothea Wierer ITA punti 792
3. Anastasiya Kuzmina SVK punti 718
4. Marte Olsbu Roeiseland NOR punti 717

 

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment