Gare

Martin Cater: “Non avrei mai potuto immaginarlo!”

La grande sorpresa della Val d’Isère, Martin Cater, classe ’92, velocista ma non solo non avrei.

È il vincitore sulla Oreiller-Killy, che continua a non credere a quanto è accaduto. “Non avrei mai potuto immaginarlo.

Ho tagliato il traguardo sapendo di aver fatto una buona gara, ma non hai mai la sensazione di come sia andata veramente. Speravo in un posto nel dieci, ad andar male, nei quindici. ma quando ho visto il mio nome sopra a tutti quanti… Insomma vi lascio immaginare.”

La pista era perfetta – ha continuato il vincitore sloveno – e mi sono sentito molto bene sullo sci nelle curve più veloci”.

Martin Cater arrivò ottavo a Wengen nel 2019 e l’anno scorso sempre nella stazione elvetica fu sesto in combinata. Come nel superG di Kvitfjell del 2016. Poi due quinti posti nel team Event di Are 2018 e Aspen 2017.

In Gardena scenderà col pettorale rosso!

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.