Gare

Mondiali Biathlon: Schempp completa il trionfo tedesco

La giornata trionfale della Germania cominciata al matitno con il titolo di Laura Dahlmeier nella mass start femminile viene completata al pomeriggio dal trionfo di Simon Schempp nella gara maschile. Il ventottenne di Ruhpolding, oro nella staffetta mista che aveva aperto i Mondiali di Hochfilzen, si è ripetuto con una prova impeccabile al poligono, grazie alla quale si è presentato presentato al traguardo con un vantaggio rassicurante di 9″ sul norvegese Johannes Boe, mentre l’Austria festeggia la seconda medaglia in due giorni con il bronzo di Simon Eder a 10″1. Fuori dal podio in questa occasione Anton Shipulin e Martin Fourcade, mentre Dominik Windisch (unico italiano al via) si è piazzato ventiquattresimo con quattro errori, di cui tre nella sola terza serie in cui si è giocato un tentativo di rimonta che stava prendendo corpo. “Quella serie mi ha condizionato pesantemente la gara – spiega Windisch al traguardo -, è come se ci fosse stato un blackout. Il mio Mondiale è comunque positivo, la media di piazzamento è stata intorno alla ventesima posizione, anche se non sono mai riuscito a chiudere proprio il cerchio. E’ stato bello il piazzamento in staffetta, mi è mancato il colpo in una gara individuale”.

Fabrizio Curtaz, direttore tecnico, traccia un bilancio conclusivo che vede l’Italia concludere al decimo posto nel medagliere con un bronzo. “La nostra spedizione è positiva – dice -, i ragazzi hanno espresso il loro potenziale, manca un pezzo di medaglia che avrebbe migliorato di molto il nostro piazzamento nel medagliere conclusivo, ma i ragazzi hanno fatto vedere che sono in grado di lottare con i migliori sia nelle gare a squadre che in quelle individuali. Adesso guardiamo avanti, non fermiamoci, sappiamo dove dobbiamo migliorare sia per concludere nel modo migliore l’anno, sia in vista delle Olimpiadi”. La classifica generale di coppa vede Fourcade saldamente al comando con 1020 punti davanti a Shipulin con 690 e Schempp con 673, Windisch è diciassettesimo con 378.

Ordine d’arrivo mass start maschile Mondiali Hochfilzen (Aut):
1. Simon Schempp (Ger) 0 35’38″3
2. Johannes Boe (Nor) 1 +9″0
3. Simon Eder (Aut) 0 +10″1
4. Anton Shipulin (Rus) 2 +25″3
5. Martin Fourcade (Fra) 3 +31″3
6. Lowell Bailey (Usa) 0 +33″5
7. Dominik Landertinger (Aut) 2 +38″0
8. Fredrik Lindstroem (Sve) 1 +39″7
9. Benedikt Doll (Ger) 2 +42″9
10. Arnd Pfeifer (Ger) 2 +46″1

24. Dominik Windisch (Ita) 4 +1’55″9

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment